menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La polizia all'esterno delle cucine popolari

La polizia all'esterno delle cucine popolari

Parapiglia alle cucine popolari: rifiuta di andarsene e prende a pugni un poliziotto

Un ventottenne africano è stato arrestato per resistenza e violenza al termine di una mattinata ad alta tensione. Prima il litigio con il personale della mensa, poi l'aggressione

Attimi di tensione martedì mattina alle cucine popolari di via Tommaseo, poco lontano dalla stazione, teatro dell'incontrollata scenata di un giovane nigeriano.

Molesto

Matthew Ottomhen, 28enne senza fissa dimora, è ospite abituale della mensa dove va a ritirare alcuni pasti. Martedì poco prima delle 11 erano però in corso i lavori di pulizia e lo straniero è stato invitato a lasciare la struttura. Per tutta risposta ha ingaggiato una discussione con uno degli addetti, rifiutandosi categoricamente di andarsene. Al personale non è rimasto che chiedere aiuto al 113, che inviato sul posto una pattuglia della Squadra volante.

Aggressivo

Nemmeno l'arrivo della polizia è però bastato a placare Ottomhen, che una volta di più ha rifiutato di consegnare i documenti e farsi identificare. Capito che non se la sarebbe cavata con una tirata d'orecchi, ha optato per la violenza. Il 28enne ha colpito in pieno volto un agente, venendo quindi bloccato e trasferito in questura dove è rimasto fino al mattino successivo in stato di fermo. Accusato di resistenza e violenza a pubblico ufficiale, è comparso in tribunale per la direttissima alle 12 di mercoledì. Il poliziotto, medicato al pronto soccorso, ha rimediato una prognosi di sei giorni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento