Scoperta a rubare, calci e pugni alle commesse fanno degenerare il furto in rapina

Una ventenne di origine straniera è stata arrestata martedì sera dopo essersi appropriata di alcuni articoli in un supermercato aggredendo le dipendenti per riuscire a scappare

(foto: archivio)

Per qualche decina di euro in prodotti di bellezza una 26enne bulgara è finita in arresto con l'accusa di rapina impropria.

La rapina

Zheleva Zornitsa, già nota alle forze dell'ordine, martedì sera si è recata al negozio Eurospar di via Gattamelata. Vi è entrata poco prima dell'orario di chiusura e mentre vagava per gli scaffali il personale l'ha notata nascondersi addosso alcuni prodotti di cosmesi. Quando è arrivata all'altezza delle casse le è stato chiesto di vuotare le tasche e in quel momento la giovane si è scagliata contro due commesse aggredendole con pugni e calci e infilando la porta d'uscita. Le vittime hanno solo potuto vederla allontanarsi in direzione della Stanga e a quel punto hanno chiamato la polizia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'arresto

In pochi minuti una pattuglia delle Volanti è arrivata in zona e raccolta la descrizione della fuggiasca gli agenti si sono messi sulle sue tracce. La ricerca è durata poco perché la Zornitsa è stata rintracciata in via Ariosto. Addosso aveva ancora i prodotti rubati che le sono valsi l'immediato arresto con l'accusa di rapina impropria. Mentre la donna veniva trasferita in questura la merce (del valore di circa 110 euro) è stata restituita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in moto tornando a casa, diciottenne Padovano perde la vita

  • Coronavirus, Crisanti: «Siamo in un mare in tempesta. Secondo lockdown? Sarebbe inutile»

  • Coronavirus, Zaia: «Stiamo iniziando a entrare nel vivo della battaglia»

  • Il miglior panettone del mondo si trova alla pasticceria Estense: Francesco Luni vince l’oro assoluto

  • «Non ho la mascherina perché non riconosco la legge italiana»: scatta la multa di 400 euro

  • Crisanti lascia Padova e va allo Spallanzani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento