menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ascom, come comportarsi in caso di rapina: ecco il vademecum sicurezza

L'associazione ha stilato delle semplici regole che il commerciante può e deve rispettare non solo per potersi difendere in caso di rapina ma anche per aiutare le forze di polizia ad arrestare i malviventi. Prima regola: "Sconsigliato l'uso delle armi"

E’ stato presentato oggi alla Camera di Commercio, alla presenza del comandante provinciale dei Carabinieri, Chicoli, del prefetto Sodano e del questore Montemagno, il “Vademecum della sicurezza delle imprese del commercio” promosso dall’Ascom. Obiettivo: aiutare il commerciante a difendersi in caso di rapina e furti ed aiutare le forze dell’ordine ad arrestare i malviventi.

REGOLE. Molto semplici le regole da seguire: assecondare il malvivente, non riordinare dopo una rapina cassetti e oggetti, installare correttamente gli impianti di videoregistrazione. Dei piccoli accorgimenti indispensabili per individuare i colpevoli e per limitare i rischi in caso di rapina.

SPESE PER LA SICUREZZA. I commercianti italiani, è stato ricordato dall'Ascom, pagano per la sicurezza circa 5,2 miliardi di euro, pari ad una media di 3mila euro ad azienda per dotarsi di assicurazioni, porte blindate, impianti di videoregistrazione e quant'altro possa servire per allontanare i ladri.


NO ALLE ARMI. Fondamentale, evitare l’uso delle armi troppo pericolose: “Anche per difesa è sconsigliabile”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Il Sant'Antonio di Evyrein compare in centro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento