menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Assalto mostra Casapound: coordinatore dimesso, è caccia agli attivisti

E' stato dimesso dall'ospedale il coordinatore dell'organizzazione di estrema destra, Alessio Tarani, aggredito ieri da alcuni No-global alla mostra organizzata proprio da Casapound al San Gaetano. Presto i primi provvedimenti per gli aggressori

E’ stato dimesso dall’ospedale il coordinatore padovano di Casapound, Alessio Tarani, aggredito ieri pomeriggio al centro culturale Altinate San Gaetano da un gruppo di esponenti del centro sociale Pedro, intervenuti per sfasciare la mostra promossa anche dall’organizzazione di estrema destra.

L'AGGRESSIONE

LE DICHIARAZIONI DI TARANI. Tarani, che era stato imbrattato con della vernice da alcuni attivisti, ne avrà per una quindicina di giorni. Uscito dall’ospedale ha così commentato: "Quanto avvenuto è triste. Siamo di fronte ad autentiche miserie umane, giovani e meno giovani che non esprimono nessuna idea se non quella di andare contro alle nostre attività".

SOLIDARIETA' DAL MONDO POLITICO. Solidarietà per lui è arrivata dalle forze politiche: dalla Giovane Italia regionale, dal sindaco Zanonato e da Massimo Bettin del Pd padovano che ha definito l'episodio "brutale" e ha lanciato l'invito ad "una battaglia culturale di tutte le forze democratiche" per evitare "propaganda sulla violenza".

LE INDAGINI. Sul fronte investigativo è ora caccia ai manifestanti, ma il cerchio si stringe. Una trentina, infatti, saranno deferiti nelle prossime ore all'autorità giudiziaria per i reati di danneggiamento, percosse e violenza privata.


IL VIDEO DEL BLITZ
 




 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento