rotate-mobile
Cronaca Stanga / Via Domenico Turazza

Individuato l'autore dell'attentato alla moschea: tradito dalla tessera elettorale

Trovato il piromane che ha tentato di appiccare il fuoco all’ingresso del centro “La saggezza”. Il movente è una vendetta personale, esclusi rimandi religiosi e xenofobi

I carabinieri del comando provinciale di Padova hanno individuato il piromane che per ben due volte ha tentato di dar fuoco all’ingresso del centro al Hikma di via Turazza. Il denunciato è stato tradito dalla tessera elettorale che ha usato per appiccare il fuoco. Il movente una vendetta personale, si escludono rimandi religiosi o xenofobi.

Attentato incendiario alla moschea

L'attentatore

In meno di dodici ore, attraverso le indagini partite lunedì mattina e grazie i filmati delle telecamere di videosorveglianza della zona, i militari hanno rintracciato un uomo padovano di 57 anni, che per innescare l'incendio ha usato il suo documento elettorale ritrovato semibruciato inisieme ai resti del cartone imbevuto di benzina accanto alla porta distrutta da rogo. L'uomo non sarebbe legato a nessun partito o movimento politico, è incensurato ed estraneo ad ambienti estremisti. Invalido civile, vive da solo con una pensione minima in un appartamento dell’Ater a Mortise.

Il movente

Il motivo dell'atto vandalico sarebbe una vendetta nei confronti di un vicino di casa di cultura musulmana. Movente privato quindi secondo i carabinieri, senza riferimenti xenofobi o razziali nè strettamente religiosi, ma solo una reazione smodata a normali litigi tra vicini.

Le indagini

Le indagini scattate lunedì notte, a seguito del secondo tentativo, sono partite dalla visione di alcune immagini del sistema di videosorveglianza, che ritraggono un uomo incappucciato intento ad accendersi una sigaretta dopo aver parcheggiato l'auto nelle vicinanze. Il soggetto ha poi dato fuoco ai fogli imbevuti di benzina lasciati dentro un cartone abbandonato la sera prima davati al portoncino di ingresso della struttura ed è fuggito. Il veicolo è stato più volte immortalato dalle telecamere in zona ed è stato riconosciuto dagli investigatori, che sono poi risalti all'uomo. A tradirlo anche il rinvenimento di alcuni frammenti del suo certificato elettorale, usato come combustibile insieme ad altri pezzi di carta.

La perquisizione

I militari nelle prime ore di ieri pomeriggio hanno fatto irruzione nella sua abitazione. Dalla perquisizione sono emersi gli abiti usati durante la notte e la tanica usata per trasportare la benzina. Messo davanti alle evidenti prove l’uomo ha confessato le sue responsabilità, ricollegando il gesto a un litigio avuto qualche giorno prima con un vicino di casa extracomunitario di fede musulmana. Al termine delle operazioni il padovano è stato denunciato in stato di libertà per incendio doloso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Individuato l'autore dell'attentato alla moschea: tradito dalla tessera elettorale

PadovaOggi è in caricamento