Pedina una coppia e si masturba Ma i due erano vigili in borghese

Denunciato per atti osceni in luogo pubblico un operaio 46enne vicentino. Dopo aver pedinato gli agenti in abiti civili, scambiati per una coppietta in cerca di intimità, aveva iniziato a toccarsi le parti intime

Vigili di pattuglia in un parco

Non c'è pace per l'area parco "Brenta Viva", dove continuano a verificarsi episodi di nudismo e atti osceni. L'ultimo risale a domenica pomeriggio, quando - come riportano i quotidiani locali - un maniaco ha pedinato un uomo e una donna per poi denudarsi e iniziare a toccarsi le parti intime, ignaro che i due fossero in realtà vigili in borghese di pattuglia nell'area golenale del fiume Brenta. L'uomo, un operaio di 46 anni residente a Dueville, nel vicentino, è stato denunciato.

LA DENUNCIA. Come disposto dal comandante degli vigili di Fontaniva - che ha ordinato una serie di controlli straordinari proprio per contrastare episodi del genere - gli agenti stavano ispezionando in abiti civili il sentiero che parte dall'area pic nic "Brenta Viva". Quando si sono accorti che qualcuno aveva iniziato a seguirli, dopo alcuni minuti si sono fermati individuando dietro un albero il 46enne intento a masturbarsi. Invitato a rivestirsi, l'uomo è stato condotto al comando di polizia locale e denunciato per atti osceni in luogo pubblico.




 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Festa del Salone, incontri, fiere, mercatini e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Violento schianto contro un platano: conducente estratto dalle lamiere e trasportato in ospedale

  • Blocco del traffico, come funziona: il vademecum con tutte le informazioni utili

  • Giallo ai piedi della Specola, due cadaveri in casa: sono due fratelli

  • Trova un rotolo di banconote per terra e lo consegna alla polizia locale: succede nell'Alta

  • Giro d'Italia: la tappa del 22 maggio 2020 avrà l'arrivo a Monselice

Torna su
PadovaOggi è in caricamento