menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Boom del gioco d’azzardo, l'Ulss 16 denuncia: 2mila malati a Padova

L'azienda sanitaria locale lancia l'allarme per quella che è ormai considerata una vera e propria malattia, con casi in continuo aumento anche fra i minori. Per cercare di arginare il fenomeno l'azienda ha attivato un numero verde

E’ boom del gioco d’azzardo anche a Padova.

LA DENUNCIA. A lanciare l’allarme è l'Ulss 16 che ha denunciato ben 2mila casi di sua competenza: dai 15 ai 64 anni il virus del gioco d’azzardo si è diffuso a macchia d’olio e aumenta di anno in anno.

GIOCO "PORTATILE". Ormai il gioco non solo è alla portata di tutti ma è anche spesso e volentieri “portatile”: dai locali con i videopoker ai piccoli casinò fino ai siti di scommesse sportive online e sui cellulari. Tutti possono giocare in qualsiasi momento e spesso in maniera incontrollata, come accade per i minorenni.

UNA VERA DIPENDENZA. La dipendenza nasce pian piano e molti credono di poter smettere in qualunque momento: c’è chi scommette per passione sulle partite di calcio e chi crede di poter sbancare le slot machine per guadagnarci qualcosa di più.


NUMERO VERDE. La crisi purtroppo sta contribuendo a questo indiscriminato aumento di scommesse e giocate e per cercare di porvi rimedio l'Ulss ha attivato un numero verde: 800-629-780. Una serie di esperti sarà a disposizione per rispondere alle domande più frequenti, lunedì, mercoledì e venerdì dalle 8 alle 18 e martedì e giovedì dalle 8 alle 14.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento