menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I lavoratori in Comune (foto Facebook)

I lavoratori in Comune (foto Facebook)

Caos bus, il "monito" di Bitonci e la protesta degli autisti in Comune

Sit-in, sabato mattina, davanti al municipio di Padova. I lavoratori di Busitalia Veneto sono stati ricevuti dall'assessore Grigoletto. Venerdì le parole del sindaco dopo le contestazioni: "Dipendenti si tengano stretto il posto"

Dopo la situazione venuta a crearsi giovedì a Padova, con gli autisti bloccati nel deposito di via Rismondo in attesa di conoscere i propri turni di lavoro e i pendolari inferociti per gli esorbitanti ritardi subìti dalle corse, venerdì gli autobus sono tornati a circolare regolarmente e, per monitorare da vicino la situazione, consegnare i cedolini di servizio ai lavoratori e confrontarsi con dipendenti e sindacati, in via Rismondi si sono presentati anche l'assessore alla Mobilità Stefano Grigoletto e il presidente di Busitalia Veneto Ludovico Mazzarolli.

LA PROTESTA DEI LAVORATORI. Nonostante gli evidenti disguidi registrati giovedì, con il rientro dalle feste di Natale, l'avvio delle modifiche introdotte al nuovo orario invernale e la rotazione dei turni di lavoro degli autisti, il servizio sembra essere tornato regolare. Tuttavia, i dipendenti e le sigle sindacali continuano a sollevare non poche perplessità, tant'è che, venerdì mattina, i lavoratori si sono riuniti in un'assemblea spontanea, al termine della quale Sls, Adl Cobas e Usb hanno annunciato una protesta, sabato davanti alla sede del municipio, "per chiedere spiegazioni al sindaco Massimo Bitonci".

IL "MONITO" DI BITONCI. Proprio il primo cittadino, infatti, venerdì, ha dichiarato di accettare le scuse presentate da Busitalia Veneto per l'accaduto e ha chiesto pazienza, sottolineando come sia normale un periodo di assestamento dopo una fusione di importanza "storica". Ma Bitonci ha anche lanciato "un monito ai lavoratori", invintandoli a limitare le contestazioni e a mostrare una maggiore "professionalità", ricordando la gara per la gestione del trasporto pubblico provinciale, che si svolgerà tra la fine di quest'anno e l'inizio del prossimo: "Se l'azienda non fosse compatta e non dovesse vincere Busitalia Veneto, ma magari un soggetto straniero o di un'altra città, i lavoratori perderebbero il loro posto di lavoro".

L'INCONTRO IN COMUNE. Parole che non sono piaciute al centinaio di lavoratori riunitosi, sabato mattina, davanti alla sede del comune di Padova, per portare avanti la propria protesta. Verso le 10, l'assessore Grigoletto ha aperto loro le porte del municipio, dando avvio ad un dibattito dai toni accesi, conclusosi però con un'apertura da parte del Comune: "Un incontro costruttivo - dichiara Fulvio di Bernardo, (Sindacato lavoro società) - con la promessa di rivedere i turni, da oggi in poi saremo informati".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Padova usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento