Piacenza d'Adige, auto riemerge dal greto del fiume: era stata rubata due anni fa

Il furto risale al 28 settembre del 2015. Si tratta di una Fiat Qubo. A notarla nel corso d'acqua, alcuni passanti. Mercoledì pomeriggio le operazioni di recupero dei vigili del fuoco

Mercoledì pomeriggio, a Piacenza d'Adige, i vigili del fuoco hanno recuperato dal greto dell'Adige una Fiat Qubo.

AUTO NEL FIUME. Il giorno precedente, l'auto era stata notata nel fiume all’altezza del ponte di via Badia da alcuni passanti, per l’abbassamento del livello dell'acqua. Un primo controllo da parte dei sommozzatori ha permesso di escludere la presenza di persone all’interno della vettura, ma anche di notare che l’insabbiamento del mezzo era avvenuto già da tempo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

RUBATA NEL 2015. Mercoledì, dopo il consolidamento del terreno sotto il ponte, i pompieri hanno provveduto con l’autogru al recupero dell’auto, che risulta essere stata rubata il 28 settembre del 2015 ad un residente di Piacenza D'Adige. Le operazioni sono durate circa tre ore. Sul posto anche i vigili del fuoco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico schianto nella serata di domenica: morta una donna, centauro ferito

  • Coronavirus, Zaia: «Ecco la nuova ordinanza con le riaperture del 25 maggio e del primo giugno»

  • Coronavirus, il primo aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Gli cade addosso la fresatrice mentre la carica con un muletto: muore imprenditore

  • Coronavirus, il primo aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Coronavirus, il primo aggiornamento di giornata su contagi che tornano a salire

Torna su
PadovaOggi è in caricamento