menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Albignasego: confermate le navette dirette agli istituti scolastici, tutte le info

Per evitare il sovraffollamento, pronta a partire la seconda linea diretta agli istituti Gramsci e Cornaro. BusItalia aggiunge una mezzo supplementare alla linea 3

Tutto pronto per lunedì primo febbraio, quando gli alunni delle scuole superiori torneranno in classe. Gli studenti di Albignasego troveranno ad attenderli alle consuete fermate le navette a loro dedicate, dirette agli istituti scolastici. Lunedì tra i passeggeri ci sarà anche l’assessore al Trasporto pubblico, Maurizio Falasco, per controllare il rispetto della capienza degli autobus e se si renda necessario attivare una seconda navetta diretta agli istituti Gramsci e Cornaro, che BusItalia, grazie ad accordi presi con il Comune di Albignasego, ha già messo a disposizione in caso di necessità.

Gli istituti

«Era tutto pronto per la prevista ripartenza dopo le vacanze di Natale» dichiara il sindaco Filippo Giacinti, «ma le disposizioni della Regione Veneto hanno fatto slittare al primo febbraio la riapertura delle scuole superiori in presenza. In ogni caso, se dopo la verifica dei primi giorni notassimo che si rende necessaria una seconda corsa verso gli istituti Gramsci e Cornaro, saremo in grado di partire immediatamente». In vista dell’alto numero di studenti che utilizzano le navette, già dall’anno scorso, prima dell’introduzione delle norme anti-Covid, il Comune di Albignasego aveva richiesto e ottenuto da BusItalia una navetta doppia diretta al Polo Cave (che comprende gli istituti Scalcerle, Duca degli Abruzzi e San Benedetto da Norcia), con servizio di sola andata e con doppio percorso: uno in partenza dal quartiere di San Giacomo mentre l’altro, arrivando da Padova lungo via Roma, imbocca via Petrarca e va verso Mandriola e Sant’Agostino, per dirigersi quindi alle scuole.

Le linee

L’altra linea, invece, è diretta agli istituti scolastici superiori del polo Est (Cornaro e Gramsci), con servizio di sola andata e con partenza dal quartiere di Sant’Agostino. «Se dovesse essere avviata anche la seconda linea» precisa l’assessore Maurizio Falasco, «chiederò che segua un percorso diverso, così da coprire l’intero territorio. La mia ipotesi, che sarà validata solo dopo un opportuno sopralluogo con i tecnici di BusItalia, sarebbe di farle percorrere via Roma, per proseguire verso Lion e San Giacomo e da lì dirigerla verso Padova». Per fornire questo servizio di navette dedicate alle scuole, il Comune di Albignasego spende circa 97 mila euro all’anno, ai quali sarà da aggiungere l’eventuale costo della seconda navetta verso il Cornaro/Gramsci, che dipenderà dai mesi di esercizio. Infine, per quanto riguarda la sicurezza dei viaggi e il rispetto delle norme Covid sugli autobus che attraversano il territorio di Albignasego, BusItalia ha garantito che ci saranno dei controlli ai capolinea dei bus 88, 24 e 3. Per questa ultima tratta, inoltre, è stato attivato un mezzo supplementare al mattino, nell’orario in cui salgono maggiormente gli studenti: nel caso si riempisse il primo autobus, i passeggeri alle fermate successive sarebbero fatti salire sul secondo mezzo, che viaggerà immediatamente dietro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Il Sant'Antonio di Evyrein compare in centro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento