menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I 4 aviatori (fonte: web)

I 4 aviatori (fonte: web)

Aviatori del "Pippo" abbattuto a Copparo sepolti a Padova

Giovedì 18 luglio, al cimitero del Commonwealth di Padova di via della Biscia, la cerimonia di sepoltura dei 4 occupanti di un bombardiere inglese della Raf morti nel 1945 e rinvenuti 2 anni fa nelle campagne ferraresi

Erano tutti poco più che ventenni. Del pilota, l’inglese David Kennedy Raikes, si sa che era un giovane poeta naturalista, i cui scritti sono stati raccolti e pubblicati postumi nel 1954, con lui il navigatore David Millard Perkins, l’operatore radio Alexander Thomas Bostock, anche questi ultimi entrambi inglesi, e il mitragliere australiano John Penboss Hunt. Sono i quattro occupanti del bombardiere inglese della Raf impiegato nei raid notturni, soprannominato “Pippo” dagli abitanti del luogo, che venne abbattuto in azione il 21 aprile 1945 nelle campagne di Copparo, nel Ferrarese, proprio pochi giorni prima della fine della seconda guerra mondiale.

IL RITROVAMENTO. L'impatto violento con il terreno alluvionale ha sepolto gran parte dei frammenti del velivolo, celandoli sino ai nostri giorni. I resti, con a bordo ancora l'equipaggio, sono stati rinvenuti due anni fa, partendo dai ricordi di un anziano residente del luogo, che ha visto con i proprio occhi l’aereo schiantarsi al suolo, e attraverso le ricerche di un appassionato di archeologia aeronautica. Nell’immediato dopoguerra, a causa dei limitati mezzi a disposizione, era stato possibile il recupero dei soli resti affioranti e di uno dei due motori.

LA MISSIONE. Secondo quanto ricostruito, lo scopo del bombardiere leggero Douglas A-20K Boston Mark V, una volta decollato dal campo di volo della città romagnola, era quello di attaccare un bersaglio nell’area di Taglio di Po, precisamente un punto d’attraversamento del corso d'acqua, per poi far seguire la ricognizione armata in Pianura Padana contro obiettivi di circostanza, ma l’aereo non rientrò mai da quella missione. A seguito delle richieste e delle indagini negli anni immediatamente seguenti il conflitto, non avendo rintracciato alcuna sepoltura corrispondente, nel 1949 l’equipaggio era stato registrato come disperso.

LA SEPOLTURA A PADOVA. A distanza di ben 68 anni, giovedì 18 luglio, dalle 9.30 alle 10.30, al cimitero del Commonwealth di Padova di via della Biscia, si terrà la cerimonia di sepoltura dei quattro aviatori. All'evento parteciperanno il sindaco reggente del Comune di Padova Ivo Rossi, i parenti dei defunti, rappresentanti dell'Ambasciata britannica a Roma, del ministero della Difesa britannico, alti rappresentanti dell'Aeronautica militare italiana, membri del 18° Squadron della Royal Air Force ancora attivo, rappresentanti dei Comuni coinvolti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento