rotate-mobile
Domenica, 1 Ottobre 2023
Cronaca

Al via Babele a Nord-Est: il festival di Sgarbi all'insegna del dibattito fra culture diverse

Inizia martedì 18 ottobre la kermesse voluta dall'amministrazione in sostituzione della Fiera delle parole. Tra i filoni principali il tema della cultura islamica e del rapporto con il mondo occidentale

Prende il via martedì 18 ottobre, dopo le polemiche legate agli ospiti e quelle legate alla locandina, la prima edizione di  Babele a Nord-Est, il festival culturale curato da Vittorio Sgarbi e realizzato con l’ausilio del presidente del gabinetto Vieusseux, Alba Donati e di Lea Codognato, voluto dall’amministrazione in sostituzione della Fiera delle Parole. Una settimana - fino a domenica 23 ottobre - di incontri, dibattiti, proiezioni, reading pensati per far discutere.

IL DIALOGO SULL’ISLAM. Tra i filoni portanti della rassegna un posto di rilievo va certamente a quello del rapporto tra la cultura islamica e quella occidentale, con nomi di spicco quali Tahar Ben Jelloun, Shady Hamadi, Sveva Casati Modignani, Vito Mancuso, Giuliana Sgrena, Michele Ainis, Massimo Fini, Monsignor Luigi Negri, Luca Doninelli, Franco Cardini, Richard Millet, Monsignor Francesco Brugnaro, Moni Ovadia, Younis Tawfik, Padre Alberto Maggi, Costanza Miriano. Tra gli ospiti anche Amina Sboui, blogger e attivista tunisina che ha fatto parte del movimento femminista Femen, che dialogherà sul tema delle donne e l'hijab con Giuliana Sgrena, prigioniera per due mesi in Iraq e che ha appena pubblicato Dio odia le donne (Il Saggiatore), e  Michela Fontana che ha scritto un reportage – Nonostante il velo  (Vanda Epublishing).

OMAGGIO AI GRANDI VENETI E NON SOLO. Secondo filone importante di Babele a Nord-Est quello dedicato ai grandi veneti del Novecento fra cui Giuseppe Berto, Giovanni Comisso, Gianantonio Cibotto, Dino Buzzati, Luigi Meneghello, Cesarina Vighy, con incontri dedicati agli scrittori del Veneto contemporaneo, tra cui Antonia Arslan, Vitaliano Trevisan, Romolo Bugaro, Andrea Molesini e molti altri. Alcuni momenti saranno poi dedicati ai personaggi di cui ricorrono nel 2016 anniversari importanti, come Goffredo Parise, Giorgio Bassani, Andrea Zanzotto, Guido Gozzano, Carolina Invernizio, Neri Pozza e Aldo Moro. E poi ancora, conversazioni tra scrittori come Edoardo Albinati e Paolo di Stefano, Elena Stancanelli e Giorgio Vasta, con proiezioni di film rari tratti da romanzi, rese possibili grazie alla collaborazione con le Teche Rai.

MUSICA E  TEATRO. La letteratura non è però la sola arte protagonista della rassegna: ci saranno anche musica e teatro con ospiti come Giovanni Lindo Ferretti, i reading di Gene Gnocchi, Roberto Citran (con i Sillabari di Parise, accompagnato al pianoforte da Petrina), Andrea Pennacchi (con la poesia dialettale veneta), e ancora la lettura di Giuliano Scabia nel Salone del Palazzo della Ragione assieme al violoncellista Luca Paccagnella, gli interventi teatrali di Gianni De Luigi, Paola Maugeri, e la partecipazione di Radio Capital con Giancarlo Cattaneo, Maurizio Rossato e Parole Note.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via Babele a Nord-Est: il festival di Sgarbi all'insegna del dibattito fra culture diverse

PadovaOggi è in caricamento