Smantellata dai carabinieri gang di baby pusher operativa nella Bassa padovana

Tutto è cominciato quando i carabinieri hanno trovato un foglietto dopo un arresto con nomi di clienti e "collaboratori". Le indagini hanno permesso di scoprire i traffici illeciti della banda di ragazzini

La svolta è stato quel pezzo di carta ripiegato nella tasca dei pantaloni e pieno zeppo di nomi. Nomi di clienti dello spacciatore: così i carabinieri di Vescovana sono riusciti a risalire a tutti i contatti e a smantellare una gang di giovanissimi pusher.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli arresti

Tutto è cominciato con l’arresto di uno studente di 20 anni di Stanghella, lo scorso 18 luglio. Il ragazzo si trovava nel parco Centarini di Stanghella e aveva tre involucri con 120 grammi di marijuana, un bilancino di precisione, 1975 euro in contanti e un foglietto sul quale aveva appuntato i nomi dei clienti o dei “collaboratori”. Da qui sono partite le indagini che hanno permesso di ricostruire i traffici di altri cinque ragazzi che gestivano lo spaccio nella Bassa padovana, soprattutto a carico di coetanei: un operaio 21enne di Lusia (Rovigo), uno studente 17enne di Vescovana e altri tre studenti di Stanghella, uno di 17 e due di 16 anni. Durante la perquisizione domiciliare, i carabinieri hanno trovato 0,2 grammi di marijuana e un grinder (strumento usato per macinare la droga) a casa del 17enne di Stanghella, 1 grammo di marijuana e un grinder nella stanza di uno dei due 16enni, ma la parte più consistente l’aveva l’altro 16enne: 80 grammi di marijuana già confezionata in 24 ovuli e pronta per essere venduta, tre panetti di hashish per un peso complessivo di 2 etti e mezzo e due bilancini di precisione. Quest’ultimo è stato arrestato e accompagnato alla casa di reclusione minorile di Treviso, mentre gli altri ragazzi sono stati denunciati per spaccio. Tutto il materiale è stato sequestrato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Formaggi a Villa Contarini, giardini aperti, visite, spettacoli e sagre: il weekend a Padova

  • Voto, ecco i dati di affluenza a mezzogiorno

  • Focolaio all'asilo notturno del Torresino: 30 positivi al covid su 82 ospiti

  • Occhio al semaforo: attivata la sperimentazione di un nuovo T-Red a Padova

  • Perde il controllo della sua barca dopo un'onda anomala: muore idraulico padovano

  • I cani da adottare a Padova: tutti i cuccioli da accogliere in casa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento