Cronaca San Carlo / Via Giusto Bolis

Baby pusher aggrediscono agenti e vengono arrestati: addosso 21 dosi e 3mila euro

Le volanti della polizia hanno effettuato un controllo in via Bolis dopo varie segnalazioni: nei guai sono finiti due tunisini di 15 e 16 anni, già noti alle forze dell'ordine

Da qualche settimana i residenti di via Bolis all'Arcella avevano segnalato alle forze dell'ordine un aumento dello spaccio. Mercoledì gli agenti delle voltanti durante un controllo mirato, hanno individuato due baby pusher che nella fuga rocambolesca hanno ferito anche un agente. Entrambi, volti noti alle forze dell'ordine, sono stati arrestati dopo l'inseguimento.

Controllo e fuga

I poliziotti si sono concentrati lungo un camminamento pedonale e hanno notato i due tunisini che alla vista degli agenti hanno tentato la fuga. Il primo, classe 2003, è stato subito bloccato, mentre il secondo, nato nel 2004, ha provato a far perdere le proprie tracce, correndo e scappando tra i cortili delle case. Durante le fasi concitatate il ragazzino ha anche ferito un agente rilasciando una rete di recinzione che era stata piegata e che ha colpito il poliziotto alla fronte, provocandogli un taglio che è stato suturato per una prognosi di 7 giorni. Alla fine anche il 15enne è stato fermato: addosso avevano le dosi di cocaina oltre a 2960 euro in contanti, proventi dello spaccio. Entrambi, arrivati in Italia da clandestini tra il febbraio e il settembre scorso, sono stati arrestati e portati in carcere a Treviso. Il più vecchio è un noto pusher, già sorpreso almeno 4 volte dalle forze dell'ordine a spacciare nella zona di galleria San Carlo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Baby pusher aggrediscono agenti e vengono arrestati: addosso 21 dosi e 3mila euro

PadovaOggi è in caricamento