Bambini in auto: campagna informativa sulla sicurezza e sulle novità normative

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

La normativa europea sul trasporto dei bambini in auto, ivi compresi i nuovi sistemi di sicurezza, è stato l'argomento al centro della discussione tra operatori del settore - patrocinatori stragiudiziali, assicuratori, carrozzieri, medici legali e avvocati - che si sono riuniti nei giorni scorsi nel Camposampierese per definire una serie di incontri che si svolgeranno nel 2017 nelle scuole elementari, medie e nelle sedi comunali, con l'obiettivo di sensibilizzare e responsabilizzare i genitori, e gli adulti in generale, che accompagnano minori in auto.

L'incontro, organizzato dallo Studio MG di Camposampiero, che nel 2017 si renderà promotore a titolo gratuito di incontri formativi in tutta l'Alta Padovana (e se richiesto dalle amministrazioni locali, in tutta la regione Veneto) ha lo scopo di divulgare e far conoscere le corrette informazioni e regole da conoscere e applicare, al fine di evitare conseguenze drammatiche in caso di incidenti stradali con minori a bordo.

"Da gennaio a ottobre sono stati quarantasei i bambini in Italia, con età compresa tra i 0 e i 12 anni, che hanno perso la vita sulla strada: di questi, venticinque trasportati in auto.
Pur non essendo stato possibile risalire alla modalità di ritenzione del bambino in questi casi, numerosissimi studi effettuati sia in Italia che all'estero dimostrano come più della metà dei genitori non sappia installare correttamente un seggiolino o legare un bambino in sicurezza. - spiega Umberto Coccia dello Studio MG - Non tutti ad esempio sanno che a seguito di un urto a 50 km orari contro un ostacolo fisso, un bambino del peso di 15 kg viene proiettato in avanti con un peso di ben 250kg. Pari, cioè, a sedici bambini dello stesso peso.
Sfido qualunque mamma, papà o nonna, anche i più forzuti e premurosi, a trattenere con le braccia il proprio piccolo. Sarebbe proiettato in avanti e sfonderebbe il parabrezza per volare, inerte, fuori. Non proviamo nemmeno a immaginare quali potrebbero essere le conseguenze fisiche".

Si segnala inoltre che nel gennaio 2017 il regolamento europeo ECE R44 diventerà esecutivo nella sua quarta revisione, diventando ECE R44/04, e prevederà l'introduzione dell'obbligatorietà dell'utilizzo di rialzi con schienale per bambini sotto i 125 cm, mentre rimarrà valido l'uso di rialzi solo con base per bambini tra i 125 e i 150 cm di altezza.

Torna su
PadovaOggi è in caricamento