Obbligo di esporre la bandiera del Veneto: il "San Marco" affisso in edifici pubblici e privati

Da mercoledì è obbligatorio il gonfalone nelle prefetture, tribunali, comuni, caserme e comandi delle forze dell'ordine. Anche i privati dovranno esporla in determinate occasioni

Da mercoldì sarà obbligatorio esporre il gonfalone della regione Veneto - con il Leone di San Marco - in tutti gli edifici pubblici. Prefetture, tribunali, comuni, caserme e comandi delle forze dell'ordine dovranno issare la bandiera all’esterno dei loro strutture.

OBBLIGO DI ESPORRE LA BANDIERA.

Il consiglio regionale, con 31 voti favorevoli, 6 contrari e 1 astenuto, ha approvato martedì sera la legge d'iniziativa della consigliera Silvia Rizzotto (Lista Zaia), che definisce le nuove disposizioni per l'uso dei simboli ufficiali del Veneto. Il pdl - spiega l'assemblea legislativa - intende “rafforzare il senso di appartenenza dei cittadini veneti, anche attraverso il riconoscimento e l'esposizione dei simboli che identificano non solo un territorio, ma anche la storia, le tradizioni e le radici del popolo". Dall'obbligo di esposizione della bandiera veneta - cosa che ha suscitato polemiche - non sono esclusi i privati, "in determinate situazioni", ovvero coloro che ad esempio erogano un servizio per il quale hanno goduto di un contributo della Regione.

IL LEONE MARCIANO.

“I Veneti espongano in tutte le case la bandiera con il Leone Marciano”. È l’invito contenuto nell’ordine del giorno presentato dai consiglieri Maurizio Conte e Giovanna Negro ed approvato oggi dal consiglio regionale del Veneto in occasione del dibattito sul progetto di legge “Nuove disposizioni in materia di uso dei simboli ufficiali della Regione del Veneto. Modifiche e integrazioni alla legge regionale 20 maggio 1975, n. 56 “Bandiera, gonfalone e stemma della Regione”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

CARTA FONDAMENTALE DEL VENETO.

“Tra i motivi che ci hanno spinto a presentare quest’ordine del giorno - ricordano i due consiglieri - ce n’è almeno uno che è direttamente riferito alla carta fondamentale del Veneto. È infatti il nostro Statuto, ovvero la Legge statutaria del 17 aprile 2012, n. 1, a disporre tra i suoi principi fondamentali, proprio all’articolo 1, che la Regione è rappresentata dalla bandiera, dal gonfalone e dallo stemma stabiliti con legge regionale. Anche la bandiera, quindi, la bandiera con il Leone Marciano, è uno dei tratti fondamentali che identificano e simboleggiano il Veneto”. “Con questo provvedimento - afferma Conte - abbiamo voluto, tra le altre cose, semplicemente ribadire un precetto già contenuto nella costituzione veneta ed impegnare giunta e consiglio regionale del Veneto ad attivarsi per sollecitare ogni famiglia veneta ed ogni cittadino veneto ad esporre, in particolari circostanze, in tutte le case la bandiera con il Leone Marciano quale simbolo della nostra Regione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro auto moto lungo la Romea: i veicoli prendono fuoco, morto il centauro

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Coronavirus, l'aggiornamento a Padova e in Veneto: positive anche due sorelline di 3 e 6 anni

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Frodi fiscali nelle importazioni di auto usate: sequestrati beni per 2 milioni

  • Live - Due decessi sul posto di lavoro, crescono ancora i contagiati in provincia

Torna su
PadovaOggi è in caricamento