menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La struttura ricreativa nel campo nomadi in realtà è un bar abusivo scoperto dalla polizia locale

Nel mezzo del campo sinti c'era una struttura ricreativa che si è rivelata essere un vero e proprio bar senza però alcuna licenza. Ulteriori verifiche su altri veicoli sono in corso

Quella che doveva essere una struttura ricreativa si è scoperto essere un bar abusivo. A scoprirlo è stata la polizia locale di Cadoneghe.

La vicenda

Nella mattinata di martedì 12 gennaio gli agenti si sono presentati al campo sinti di via Matteotti a Cadoneghe con i carabinieri per monitorare la situazione e hanno trovato una sorpresa. La struttura ricreativa in realtà era un vero e proprio bar abusivo, così come lo sono le 6 strutture fisse presenti. Ulteriori verifiche sono in corso su 9 automobili, 6 roulotte, 2 camper e 2 autocarri. «Il nostro obiettivo rimane smantellare quel campo – dichiara il sindaco Marco Schiesaro – ripristinando definitivamente la legalità, come già abbiamo fatto per l'ex insediamento di via Frattina. Infrangere la legge non è mai accettabile, a maggior ragione in casi come questo, ove alcuni residenti del campo dichiarano redditi tra i 50 e i 90mila euro annui: non c'è quindi neppure la scusa della povertà e del bisogno, nonostante poi troviamo le stesse persone in prima fila quando c'è da chiedere un aiuto al Comune. Questa situazione di assoluta ingiustizia è stata purtroppo tollerata per molti anni, fino ad assumere le attuali dimensioni, decisamente fuori controllo. Ma la tolleranza è finita da un pezzo».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento