menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Aperitivo in piazza dei Signori

Aperitivo in piazza dei Signori

Bar in centro a Padova, plateatici "ordinati" in inverno: regolamento

Le nuove disposizioni per il riordino dell'arredo urbano e il decoro della città di Padova sono stati approvati dalla giunta e sottoposti all'attenzione del consiglio comunale: "Qualità e omogeneità stilistica"

Plateatici anche d'inverno per bar e locali in centro a Padova. La giunta ha approvato il regolamento per il riordino dell'arredo urbano e il decoro della città proposto dall'assessore Fabrizio Boron, ora all'attenzione del consiglio comunale.

PLATEATICI DAL 1 OTTOBRE AL 31 MARZO. "Questo regolamento – spiega l’assessore - non vuole esser solo un insieme di regole. Vuole anche rilanciare bar, ristoranti e l’attività di somministrazione in genere. Nel sistema piazze infatti è stato previsto che, per favorire il riscaldamento invernale dei 'dehors', nel periodo dal 1 ottobre al 31 marzo possano essere concesse transenne munite di pannelli frangivento, oppure moduli aggiuntivi a transenne già oggetto di autorizzazione".

IL REGOLAMENTO. Nel complesso, il regolamento traccia le linee guida per gli arredi di esercizi artigianali, commerciali, direzionali, di bar e ristoranti, ovvero le caratteristiche che devono avere tavoli, sedie, ombrelloni, fioriere e altri accessori come, ad esempio, gli eventuali elementi riscaldatori esterni.

"OMOGENEITÀ STILISTICA". "Vogliamo garantire qualità e omogeneità stilistica, tipologica, nel caso di plateatici contigui o presenti nello stesso ambito. L’amministrazione - precisa l’assessore – potrà infatti imporre criteri stilistici per particolari ambiti o situazioni. Verrà disciplinata anche l’installazione di strutture temporanee quali palchi, gazebo, tensostrutture, nonché quella di distributori automatici di beni di consumo. L'obiettivo è dare ossigeno alle attività, rendendo più gradevoli gli spazi pubblici cittadini".

ALTRI PUNTI DEL REGOLAMENTO. In tale contesto, il regolamento disciplina anche edicole, chioschi, pensiline, disponendone, tra l’altro, dimensionamento e forma. Il regolamento prevede anche la disciplina di manufatti commemorativi, fioriere e di altri monumenti di interesse storico o artistico, nonché degli impianti di illuminazione esterna privata e altri manufatti visibili o di arredo. Disposizioni riguarderanno anche la segnaletica e l’uso dei materiali di finitura nel fronte degli edifici, con particolare riferimento alle tende parasole.

MULTE. L’inosservanza delle disposizioni regolamentari comporterà sanzioni amministrative da 25 a 500 euro e, in caso di reiterazione dell’illecito, si applicherà un importo pari al pagamento in misura ridotta maggiorato del 50%. Oltre al pagamento della sanzione amministrativa prevista, il Comune può disporre l'esecuzione d'ufficio con spese a carico dell'interessato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento