menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La pasta "Lune" (fonte Abaco.me e 3dnatives.com)

La pasta "Lune" (fonte Abaco.me e 3dnatives.com)

"Lune" è la nuova pasta 3D Barilla Premiata l'idea di due padovani

Alice Braggion e Alessandro Carabini, entrambi di Padova, giovani architetti emigrati in Francia, dove hanno aperto lo studio AbacO, hanno partecipato al contest internazionale Print Eat, aggiudicandosi il 3° posto

"Mischia finché la luna non è piena", ovvero: mescola finché la pasta non si riempie di sugo. È lo slogan che ha accompagna la creazione, tutta padovana, di un nuovo modello di pasta marcata "Barilla", e ispirata al nostro satellite.

IL CONCORSO. Alice Braggion e Alessandro Carabini, cofondatori dello studio di architettura e design "AbacO", sono tra i tre vincitori del concorso "Print Eat", lanciato da Barilla in collaborazione con Thingarage, per la realizzazione di un nuovo tipo di pasta stampabile in 3D.

ALICE E ALESSANDRO. Entrambi di Padova, 28 anni, laureati allo Iuav di Venezia in Architettura, e ora "cervelli in fuga" in Francia, questi due promettenti giovani si sono aggiudicati il terzo posto nel contest internazionale con la loro "Lune".

"LUNE". Si tratta di una pasta dalla forma sferica e bucherellata, a mo' di luna con i suoi crateri. Un'idea che è stata apprezzata dalla giuria del concorso e che potrebbe essere presto realizzata e distribuita.

CERVELLI PADOVANI IN FUGA. Una soddisfazione anche in Italia, per i due architetti padovani, che, per realizzare il proprio futuro professionale, sono stati costretti ad emigrare oltralpe.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento