menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Barriere antiterrorismo ai Navigli, Contin: "Vogliamo che la rassegna sia più sicura"

L'organizzatore della manifestazione ha spiegato il perchè dell'iniziativa: "La sicurezza non si improvvisa e non si predica, si fa"

Barriere antiterrorismo ai Navigli di Padova per difendersi da quanto accaduto ad esempio a Nizza o a Londra. Un'idea che è diventata subito realtà perchè, come dice l'organizzatore dello spritz estivo "la sicurezza non si improvvisa, nè si predica: si fa e noi da anni siamo una realtà in questo senso".


L'INIZIATIVA. Federico Contin ha voluto garantire per le migliaia di persone che affollano sempre la manifestazione estiva la tranquillità di passare una serata senza che il pensiero vada al pericolo terrorismo: "La sicurezza e l'attenzione al rispetto delle regole è sempre stata una cifra caratteristica del Naviglio per cui da una settimana abbiamo deciso di mettere sul lato est due barriere in cemento anti sfondamento in maniera da rendere ancora più sicura la nostra rassegna su cui vigilano con discrezione ogni sera da due a otto agenti della sicurezza privata, regolarmente registrati alla Prefettura. E' chiaro - conclude - che con una rassegna a cui partecipano ogni sera migliaia di persone può esserci qualche imprevisto ma noi cerchiamo di ridurre al minimo in partenza qualsiasi evento che non sia divertimento e gioia di stare insieme in allegria".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Il Sant'Antonio di Evyrein compare in centro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento