menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bassa Padovana, approvato ddl sul blocco alle trivellazioni d’idrocarburi

Proposto un progetto legislativo per terminare le estrazioni di fluidi tra Polesine e Bassa Padovana. Scandagliare il sottosuolo comporta le subsidenze, eventi che causano l'abbassamento dei terreni innalzando il pericolo alluvione

Un progetto di legge nazionale, avanzato dal consigliere regionale Graziano Azzalin (Pd) potrebbe porre fine alle trivellazioni per la ricerca di idrocarburi anche nella Bassa Padovana.

TERMINI LEGISLATIVI. Approvato oggi all’unanimità dalla Commissione ambiente del consiglio regionale, presieduta da Nicola Finco (Lega), il disegno legislativo rappresenta un emendamento all’articolo 6 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 in materia di tutela ambientale, diretto a estendere “il divieto di svolgere attività di ricerca, di prospezione, nonché di coltivazione di idrocarburi liquidi e gassosi vigente nelle aree marine e costiere protette”, anche all’entroterra dei territori in provincia di Padova, Rovigo e Venezia.

LA SUBSIDENZA. Un unico articolo volto a proteggere il patrimonio naturalistico veneto dal fenomeno geologico denominato subsidenza, ovvero il progressivo abbassamento del terreno che provoca gravi ricadute a livello idraulico e geologico. È noto, infatti, quanto le estrazioni di fluidi dal sottosuolo aumentino il rischio idrogeologico esponendo l’ambiente paesaggistico nostrano a frequenti alluvioni.

I COMUNI TRIVELLATI. Nella Bassa Padovana, le trivellazioni vengono realizzate dalla società americana, AleAnna Resources, Llc con sede operativa nello stato del Texas e una succursale a Matera. L’azienda statunitense ha ottenuto dal ministero tre permessi di ricerca nelle aree dei comuni padovani. Due le zone intercettate, che includono diverse aree comunali: a “Le Saline”, comprendenti i comuni di Casale di Scodosia, Castelbaldo, Granze, Masi, Megliadino San Vitale, Merlara, Piacenza d’Adige, Ponso, Sant’Elena, Santa Margherita d’Adige e Sant’Urbano, si aggiunge lo spazio chiamato “Treponti” che racchiude Agna, Anguillara Veneta, Bagnoli di Sopra, Boara Pisani, Granze, Pozzonovo, Solesino, Stanghella, Tribano, Vescovana.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Il Sant'Antonio di Evyrein compare in centro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento