Cronaca Madonna Pellegrina / Via Marghera, 79

Bastione Santa Croce, restauro al via: "Recuperato per uso pubblico"

Il comune di Padova ha stanziato 200mila euro. I lavori iniziano la prossima settimana sui lati sud-est ed est: pulizia dalla vegetazione infestante, stuccatura e ricostruzione. Drenaggio per evitare infiltrazioni

Il bastione di Santa Croce

Su proposta dell’assessore all’Edilizia pubblica, Fabrizio Boron, il comune di Padova ha stanziato 200mila euro per realizzare il progetto di completamento, restauro e recupero a uso pubblico del bastione Santa Croce. Negli anni, è già stato oggetto di indagini e studi e di un parziale restauro sul lato sud-ovest e ovest. I lati sud-est ed est risultano invece molto compromessi dal degrado provocato dagli agenti atmosferici. In particolare la muratura, non avendo in alcuni punti nessuna protezione sommitale, è stata invasa nel tempo dalla vegetazione infestante ed è stata lesionata dalle infiltrazioni.

RECUPERO PER USO PUBBLICO. "Il nostro interesse – dichiara l'assessore – è restituire ai padovani e ai turisti le meraviglie della città, di cui, già negli anni '70, Pasolini richiedeva la tutela. Il progetto mura va avanti con la nostra amministrazione che libererà dal fango e dagli sterpi le antiche vestigia padovane. L’intervento dedicato al bastione Santa Croce è volto alla manutenzione e al restauro conservativo del monumento e rientra nell’ambito del recupero delle mura cinquecentesche. La nostra opera - ha precisato l’assessore - è diretta alla conservazione e alla messa in sicurezza del monumento e punta alla riqualificazione fisica e funzionale degli spazi del bastione, compresi quelli interni, per garantirne l'uso pubblico assicurando i requisiti di riconoscibilità e visibilità del complesso".

L'OPERA NEI DETTAGLI. I lavori iniziano la prossima settimana. Gli interventi sui manufatti murari vengono curati dai tecnici del settore edilizia pubblica del Comune mentre quelli sulle aree di tutela a verde e a parco sono progettati e realizzati dal settore verde pubblico nel rispetto delle prescrizioni urbanistiche. Tutti gli interventi hanno acquisito il nulla osta della Soprintendenza ai beni artistici e architettonici del Veneto. Il progetto prevede il restauro del sistema murario esterno dei lati sud-est ed est del bastione e di alcuni tratti interni delle piazze basse dove verranno eseguite opere di pulizia, stuccatura e ricostruzione sia di piccole parti mancanti che di parti più consistenti di muratura per il ripristino statico delle pareti. Tra i lavori è previsto anche il taglio di alberature e cespugli che, con l'apparato radicale, compromettono la stabilità dei paramenti sia interni che esterni. Verrà anche eliminato lo strato superficiale di terreno e messo in opera un drenaggio per lo smaltimento delle acque meteoriche.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bastione Santa Croce, restauro al via: "Recuperato per uso pubblico"

PadovaOggi è in caricamento