menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Porta a porta Arcella Est: già consegnati i primi 400 contenitori alle famiglie

Sono 5 i bidoni in consegna per ogni nucleo familiare (in caso di abitazioni singole), condominio o attività economica: uno per tipo di imballaggio

È scattata ufficialmente la distribuzione dei bidoni per la raccolta rifiuti porta a porta alle famiglie dell’Arcella Est, che dal 1° giugno saranno servite dal nuovo sistema di raccolta domiciliare. Nella giornata di martedì 6 aprile, gli operatori AcegasApsAmga hanno provveduto alla consegna di 400 contenitori, distribuiti tra abitazioni singole e condominiali. La consegna, avviata nella zona più a nord dell’Arcella Est, compresa tra le vie Aita e Don Orione, proseguirà con costanza fino a con costanza per tutto il mese di maggio, così da consentire alle oltre 10mila utenze del territorio, di arrivare pronte alla data di avvio del servizio.

Cinque bidoni

Sono 5 i bidoni in consegna per ogni nucleo familiare (in caso di abitazioni singole), condominio o attività economica: uno per imballaggi di vetro, uno per imballaggi di plastica/lattine, uno per carta/cartone, uno per l’umido organico e uno per il secco non riciclabile. Unitamente ai contenitori, gli operatori AcegasApsAmga forniscono ai cittadini anche il calendario con l’evidenza dei giorni di raccolta delle diverse tipologie di rifiuti e la guida di dettaglio (per scoprire il dove-va-cosa), realizzata in altre sei lingue oltre all’italiano (inglese, francese, romeno, albanese, arabo e cinese).

FAQ e WhatsApp

La consegna dei bidoni alle famiglie segue la distribuzione, avvenuta nelle scorse settimane, del kit informativo che presenta il nuovo servizio e spiega le novità più importanti. Nel kit, i cittadini hanno a disposizione, sempre in altre sei lingue oltre all’italiano, le FAQ, cioè le risposte alle domande più frequenti legate al nuovo servizio, che risolvono per tempo eventuali dubbi operativi. I cittadini possono quindi trovare concreta risposta a tutti gli aspetti connessi al porta a porta: stoccaggio e movimentazione dei bidoni, pulizia dei contenitori, responsabilità e costi del servizio. Nel caso in cui queste informazioni non siano sufficienti a risolvere ulteriori dubbi, uno speciale servizio di messaggistica WhatsApp, gestito da operatori specializzati potrà fornire una comunicazione più mirata alle singole situazioni, in aggiunta ai classici canali di contatto. Il numero, dedicato esclusivamente al progetto porta a porta Arcella Est, sarà attivo dal lunedì a venerdì dalle ore 9 alle ore 16.30 e il sabato dalle 9 alle 12.

Informazioni sempre disponibili

Per conoscere meglio il nuovo servizio in arrivo nei prossimi mesi, sul sito di AcegasApsAmga alla sezione Ambiente Padova, i cittadini possono già consultare tutti i materiali di progetto come guide multilingue, calendario e contatti utili. Per saperne di più, sempre sul sito della multiutility, sono disponibili anche due simpatici video, diffusi nei giorni scorsi anche sui canali social. Il tutorial, sottotitolato in inglese, in pochi minuti fornisce tutte le istruzioni sul nuovo servizio. Il video che ricorda agli abitanti dei condomìni, l’importanza di attivarsi per tempo insieme al proprio amministratore condominiale.

Sensibilizzazioni

Oltre a quanto sopra descritto, per supportare l’informazione sul nuovo servizio e favorire una nuova forma di prossimità con i cittadini, Comune e AcegasApsAmga negli scorsi mesi hanno messo a punto un piano di comunicazione che necessariamente tiene conto della situazione pandemica. Dopo la speciale campagna multilingue avviata a inizio anno e rivolta ai condomìni della zona, nelle scorse settimane è avvenuta la distribuzione door-to-door alle oltre 10.300 utenze coinvolte (fra nuclei familiari ed esercizi commerciali), del kit informativo che introduce all’evoluzione del servizio (con le FAQ e il numero WhatsApp dedicato per situazioni particolari). Ad accompagnare il kit informativo, presente su pensiline, fioriere e cartelloni pubblicitari anche la speciale campagna pubblicitaria dei quattro campanelli con i nomi delle parrocchie territorialmente coinvolte dalla novità. Lo scorso febbraio il nuovo servizio è stato annunciato anche grazie a “News – Al servizio della città”, il periodico di informazione di AcegasApsAmga in distribuzione gratuita nelle cassette delle lettere dei padovani. Infine, nelle scorse settimane è partito il progetto educativo rivolto agli istituti della zona, che vede già coinvolti più di mille giovani tra scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado.

Differenziata di qualità

L’obiettivo dell’estensione della raccolta porta a porta è duplice. Da un lato incrementare ulteriormente la percentuale di raccolta differenziata in città, attualmente al 59,4%. In secondo luogo, migliorare la qualità di tale raccolta. Infatti, la prossimità garantita dal sistema porta a porta induce generalmente il cittadino a una maggiore attenzione rispetto alle tipologie di rifiuti introdotti nei diversi contenitori, limitando sensibilmente gli errori nei conferimenti. Si tratta di un impegno che AcegasApsAmga cerca di valorizzare il più possibile, dal momento che a Padova la percentuale di rifiuto raccolto effettivamente destinata a recupero è pari al 95%, come rendicontato in dettaglio nel rapporto annuale “Sulle tracce dei rifiuti”, pubblicato a novembre 2020. L’area interessata dal nuovo servizio andrà a implementare il servizio di raccolta rifiuti domiciliare della città, raggiungendo oltre 140mila cittadini interessati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Politica

Il neo Presidente Masin: «Natura e turismo, così immagino il Parco Colli. Essere cacciatore non è in antitesi con questo ruolo»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento