rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca Este

Bilancio previsione: invariate le tariffe di nido, mensa, trasporto scolastico e impianti sportivi

"Dall'inizio del mandato abbiamo inteso lavorare per migliorare i servizi - commenta il sindaco di Este Roberta Gallana – ma senza incidere sui costi a carico delle famiglie. L'amministrazione che vuole mantenere alti standard qualitativi ottimizzando le risorse"

Con l'approvazione del bilancio, deliberato dal Consiglio Comunale lo scorso venerdì 23 marzo, l'Amministrazione Comunale ha deciso di mantenere invariate le tariffe dei servizi a domanda individuale: asilo nido, mensa scolastica, trasporto scolastico. Invariate sono anche le tariffe d'uso degli impianti sportivi, delle sale pubbliche, dei pasti caldi a domicilio, dei centri ricreativi estivi.

Programmazione a lungo termine

Gallana: «Il Consiglio Comunale ha approvato un documento importante e impegnativo. Importante perché getta le basi a investimenti significativi. Impegnativo perché, alla luce delle incognite che gravano in un triennio, il risultato finale sarà anche condizionato dal rispetto degli impegni presi dai partner istituzionali coinvolti. Come ho sempre detto, la nostra logica di lavoro si basa sulla programmazione a lungo termine. Credo sia importante coordinare gli interventi e programmarli per il futuro così da rendere fruttuosa la spesa che oggi possiamo sostenere. Apprezzo lo sforzo dei Consiglieri di minoranza che con le 50 proposte di integrazioni presentate venerdì scorso, hanno permesso il confronto su alcuni temi condivisibili che l'assemblea consiliare ha approvato».

Documento unico programmazione


Il Documento Unico di Programmazione rappresenta lo strumento che permette l'attività strategica e operativa dell'ente. Costituisce il presupposto necessario e propedeutico agli altri documenti di programmazione. L'approvazione del DUP e del Bilancio di previsione sono i due atti fondamentali, il primo programmatico e l'altro di natura contabile, che permettono all'Amministrazione di dar seguito alle progettazioni pensate per la comunità e previste nel piano triennale delle opere pubbliche. Il documento di programmazione si fonda su una visione di lungo termine che consente di reperire e utilizzare al meglio le risorse disponibili. «E' necessario essere in grado di portare avanti progettazioni che abbiano effettivamente un senso per la comunità – sottolinea il Sindaco Gallana - per evitare sprechi o la realizzazione di interventi spot, scollegati da una più ampia visione del rilancio della città».

Il piano


Il piano triennale delle opere pubbliche prevede: la ristrutturazione e messa a norma del magazzino comunale per 250.000 euro nel 2018 e 220.000 euro nel 2019. Si è deciso di non acquistare un nuovo magazzino (come previsto dalla amministrazione precedente) ma piuttosto di ristrutturare l'esistente. E' stato chiuso pertanto il mutuo contratto in precedenza per l'acquisto di un nuovo edificio; alle manutenzioni stradali e del verde pubblico per 200.000 euro nel 2018; 300.000 euro nel 2019 e ulteriori 200.000 euro nel 2020. L'amministrazione ha deciso di procedere con la manutenzione delle strade e del verde – quanto mai necessarie – che riguarda tutto il territorio comunale; ricostruzione interna dell'ex chiesa dell'Annunziata per euro 150.000 nel 2018 e 100.000 nel 2019; sistemazione dell'area ex foro Boario del Castello marchionale per 150.000 euro nel 2020; recupero di alloggi e interventi straordinari su alloggi ERP; promozione del cicloturismo con “We love bikers”; stralci del restauro della sede municipale; messa a norma e ristrutturazione degli spogliatoi dello stadio Augusteo; restauro della scuola media Carducci; pista ciclabile di collegamento con la frazione Motta; manutenzione straordinaria del Cimitero maggiore; recupero della Chiesa di Santa Maria delle Consolazioni (degli Zoccoli); ampliamento del parcheggio Isidoro Alessi; terzo stralcio del teleriscaldamento; rifacimento del tetto dell'ex Sacro Cuore.

Valore


«La manovra complessiva triennale delle opere vale 6.389.000 euro. Nonostante la costante diminuzione dei trasferimenti statali – precisa il Sindaco – è per noi una soddisfazione riuscire a reperire risorse a favore dell'ente senza gravare in alcun modo sui cittadini e garantendo il miglioramento dei servizi in essere. Sottolineo che non vengono aumentate le tasse comunali e non vengono sottratte risorse a nessun capitolo di spesa. Alle politiche sociali e alla famiglia vengono confermati e aumentati gli stanziamenti».

Tariffe

Per quanto riguarda il servizio di refezione scolastica, il costo rimane confermato a 3,90 €. Si tratta del servizio più importante garantito dal Comune sia in termini numerici che economici. Il servizio prevede infatti l'erogazione di circa 100 mila pasti l'anno a favore dei bambini della scuola dell'infanzia e della scuola primaria. La percentuale di copertura a carico degli utenti non è totale, e il Comune contribuisce con il proprio bilancio ad assicurare un servizio di qualità con prodotti biologici, in stretta collaborazione con dietisti e il dr. Pierpaolo Pavan dell'Ulss 6. Invariate sono anche le tariffe per la frequenza al nido comunale, il cui costo totale per assicurare il servizio è di circa 500 mila euro; in questo caso la quota può variare in base all'Isee famigliare. Si ricorda a questo proposito che sono aperte le iscrizioni al nuovo anno scolastico. Anche per il trasporto scolastico, 280 utenti, le tariffe rimangono invariate: 24,50 euro per le due corse giornaliere, 15 euro e 30 centesimi per una sola corsa (andata o ritorno). Oltre 250 mila euro il costo del servizio per il Comune. «In questi servizi – continua il sindaco - l'Amministrazione investe molte risorse, basti pensare che solo considerando i servizi scolastici (mensa, trasporto e nido) l'investimento del Comune è pari a circa 1 milione e 250 mila euro. Non pesare sulle tasche dei cittadini è un nostro obiettivo primario, ma dall'altra c'è la volontà di migliorali anche con la partecipazione degli utenti. A questo scopo abbiamo deciso, per esempio, di ripristinare la Commissione mensa, di monitorare costantemente i servizi con indagini di customer satisfaction e di progettare l'avvio di sistemi di mobilità complementari al trasporto scolastico, quali pedibus e carpoolig». 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bilancio previsione: invariate le tariffe di nido, mensa, trasporto scolastico e impianti sportivi

PadovaOggi è in caricamento