menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Polizia stradale: nel 2020 quasi 15mila contravvenzioni, calano gli incidenti mortali

L'attività è stata pesantemente condizionata dalla pandemia: quasi 3mila violazioni dei limiti di velocità, 965 i conducenti sanzionati per il mancato uso delle cinture di sicurezza, 461 i conducenti sorpresi alla guida mentre facevano uso del telefono cellulare

Tempo di bilanci per la Polizia Stradale di Padova che nel 2020 ha messo in campo complessivamente 3287 pattuglie di vigilanza stradale suddivise tra vigilanza autostradale e viabilità ordinaria. Massima attenzione alle arterie autostradali ( Autostrada Brescia Verona Vicenza Padova ) e ai principali assi viari provinciali. Anche l’attività della Polstrada è stata condizionata dalla pandemia da Covid-19 e dalle limitazione degli spostamenti e la stessa attività di servizio è stata quasi esclusivamente orientata al controllo del rispetto delle prescrizioni dei vari Dpcm che si sono susseguiti.

L'attività convenzionale

Sono state accertate quasi 15mila  infrazioni al Codice della Strada e sono state ritirate 290 patenti di guida e 279 carte di circolazione; 14.820 i punti complessivamente decurtati. Tra le violazioni di rilievo si citano le quasi 3mila violazioni dei limiti di velocità, 965 i conducenti sanzionati per il mancato uso delle cinture di sicurezza (tra anteriori e posteriori), 461 i conducenti sorpresi alla guida mentre facevano uso del telefono cellulare, 272 i veicoli che circolavano sprovvisti della copertura assicurativa per il rischio derivante dalla responsabilità civile per danni cagionati a terzi durante la circolazione. Ben 142 conducenti sono stati sorpresi alla guida sprovvisti di patente di guida perché mai conseguita.

Incidenti

L’andamento del fenomeno infortunistico al 31 dicembre 2020 ha fatto registrare una forte diminuzione nel numero complessivo degli incidenti stradali: 444 (545 nel 2019) e in quello delle persone ferite 396 (530 nel 2019). Anche gli incidenti con esito mortale rilevati dalla Polizia Stradale, verificatisi tutti sulla viabilità ordinaria, ha mantenuto il trend di diminuzione e sono stati 7 i sinistri con 7 le persone decedute (nel 2019 incidenti mortali 13 con 14 persone morte). Gli incidenti con lesioni alle persone sono stati 311 e con soli danni 126.

Pattuglie

In questo 2020 si è dovuto far fronte alla nuova emergenza derivante dal virus Covid-19 che ha rimodulato la vita di tutte le persone nonché, degli utenti della strada che hanno visto diminuire di molto gli spostamenti se non dovuti da veri stati di necessità. Particolarmente impegnata è stata la specialità della Polizia Stradale con il personale, sempre impiegato in prima linea, nel contrasto alla diffusione del virus. Moltissimi, durante tutto l’anno, sono stati i servizi di ordine pubblico, coordinati dalla Questura di Padova, espletati per accertare le motivazione degli spostamenti degli automobilisti modulati dai vari Dpcm e dalle ordinanze regionali. La Polizia Stradale di Padova ha controllato circa 13mila persone tra viabilità ordinaria e autostradale e ha sanzionato 110 individui per non aver rispettato il divieto agli spostamenti. Inoltre, il personale della specialità, nell’ultimo periodo, ha effettuato tutti i servizi di staffetta e vigilanza legati alla distribuzione del vaccino anti Covid-19 nei vari siti di raccolta della Provincia. 

Droga e alcool

Nel 2020, almeno sino alla espansione della pandemia Covid-19, è proseguita la campagna straordinaria di controllo sulle condizioni psicofisiche dei conducenti di veicoli, tesa alla prevenzione della cosiddetta “Stragi del sabato Sera” con l’impiego congiunto della Polizia Stradale e dei medici e personale sanitario della Polizia di Stato, per l’accertamento sull’eventuale assunzione di alcool e, soprattutto, di sostanze stupefacenti o psicotrope, nella provincia di Padova. In questa specifica “campagna” sono stati attivati 20 posti di controllo, con l’impiego di 170 operatori e 20 tra medici e personale sanitario della Polizia di Stato. I conducenti complessivamente controllati, nel corso dell’anno, sono stati 2278, dei quali 166 è risultato positivo all’alcool con un tasso alcolemico superiore a 0,5 g/l, e 11 degli stessi per l’uso di stupefacenti alla guida. Tra i positivi il numero dei conducenti maschi è risultato oltre il triplo rispetto al numero delle donne. La fascia di età maggiorente sanzionata ha un’età superiore ai 30 anni.

Autotrasporto

Seguendo gli obbiettivi delineati nel protocollo d’intesa tra Ministro dell’Interno e Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti del luglio 2009, la Polizia Stradale, anche nel corso del 2020, ha continuato a dare impulso ai servizi di controllo nel settore del trasporto professionale (svolti altresì congiuntamente al personale del Dipartimento Trasporti Terrestri con Centri Mobili di Revisione). Sempre in relazione al settore dell’autotrasporto sono state contestate 2197 infrazioni per violazione alla normativa speciale prevista nel codice della strada altresì relativa ai tempi di guida e di riposo durante la guida dei veicoli commerciali.

Operazioni Alto Impatto

Dal 1° gennaio al 31 dicembre 2020 ai servizi programmati mensilmente a livello regionale dal Compartimento Polizia Stradale di Padova sono stati affiancati dispositivi specifici pianificati a livello nazionale, secondo il modello delle “Operazioni ad Alto Impatto”, nella misura di circa 4 al mese, su materie particolarmente avvertite nella sensibilità collettiva. Le operazioni in oggetto hanno riguardato i seguenti settori: Cinture di sicurezza e sistemi di ritenuta (16 operazioni); Assicurazione obbligatoria (12 operazioni); Autotrasporto nazionale ed internazionale di persone (1 operazioni); Trasporto animali vivi (2 operazioni); Trasporto di sostanze alimentari (2 operazioni); Uso corretto apparati radio e telefoni alla guida di veicoli (12 operazioni); Stato di efficienza dei pneumatici (1 operazioni); Controllo trasporti eccezionali (1 operazioni); Controllo trasporti normativa ADR (8 operazioni).

Ciclismo

Nel fine settimana dal 21 al 23 agosto le strade dell’alta padovana hanno visto l’arrivo a Cittadella dei Campionati Italiani di Ciclismo professionisti su strada e a cronometro. Sempre con l’impegno del personale della Polizia Stradale, con il compito di garantire la sicurezza degli atleti nonché degli altri utenti della strada, il 16 ottobre la nostra provincia è stata interessata dal passaggio e dall’arrivo, a Monselice, di una tappa del Giro d’Italia dove si sono percorse le strade della bassa padovana e dei colli euganei. Diversi sono stati, inoltre, i servizi di staffetta e trasporto organi tra i vari ospedali della Regione Veneto e non solo. In alcuni casi si è fatto ricorso alla Lamborghini “Huracan” in dotazione alla Polizia Stradale che dispone di dotazioni speciali specifiche per il trasporto di organi. Solo la Polizia Stradale di Padova ha effettuato 28 servizi di staffetta e trasporto organi e farmaci salvavita.

Assistenza agli utenti

Per il 2020, in virtù dei vari Dpcm e delle ordinanze regionali emanate, la Polizia Stradale di Padova ha pianificato un incremento delle pattuglie, anche motomontate, nelle giornate maggiormente “a rischio” anche in base alla colorazione della Regione, nonché il potenziamento dell’attività di vigilanza delle più importanti strade extraurbane principali, avvalendosi  anche della collaborazione del Reparto Volo di Venezia. In particolare sono state incrementate le pattuglie di vigilanza per garantire una maggiore sicurezza e controllo durante i periodi da “bollino rosso e/o nero” che normalmente coincidono con i periodi delle vacanze estive, di Ferragosto e di fine anno con le festività natalizie. L’intensificazione della presenza sul territorio, si è svolta sia lungo gli itinerari di interesse turistico che nelle ore notturne in concomitanza delle giornate festive, dirette ad una efficace azione di contrasto della guida in stato di ebbrezza alcolica e sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, nonché per il rispetto dei limiti di velocità, delle regole sul sorpasso e dell’uso corretto delle corsie di emergenza. Intensificati anche i controlli ai veicoli commerciali e ai veicoli per il trasporto collettivo di persone, in funzione di tutela della sicurezza stradale nonché alle disposizioni in merito agli spostamenti consentiti. Particolare attenzione è stata rivolta al contrasto della microcriminalità nelle aree di servizio dove spesso vengono consumati reati in danno dei viaggiatori. Con la collaborazione degli enti proprietari e Concessionari di autostrade, sono stati potenziati i servizi di presidio della circolazione e di assistenza ai viaggiatori per garantire la massima fluidità e sicurezza del traffico e per un rapido intervento di ripristino delle condizioni di viabilità in caso di sinistri o di altre eventuali situazioni di congestione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento