menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il bambino ripreso dalla zia nel video choc che ha scosso l'Italia

Il bambino ripreso dalla zia nel video choc che ha scosso l'Italia

Bimbo conteso di Cittadella, la madre presidia la casa di accoglienza

La donna lamenta una disparità di privilegi rispetto all'ex marito, che avrebbe tenuto in casa il figlio alcuni giorni e dormito nella struttura dove il piccolo vive in ambiente protetto

Piantonata da un paio di giorni davanti all'ingresso della casa di accoglienza dove da mesi il figlio vive in un "ambiente protetto", secondo quanto deciso in base all'esecuzione di un provvedimento emesso dalla sezione minori della Corte d'Appello di Venezia pronunciatasi ancora lo scorso ottobre e culminata con il prelevamento forzato dalla scuola di Cittadella frequentata dal bambino di 10 anni conteso dai due genitori separati.

IL CASO DEL BIMBO CONTESO: TUTTI GLI ARTICOLI

LA NUOVA DENUNCIA DELLA DONNA. La madre del piccolo vuole così denunciare la mancanza a suo dire di condizioni paritetiche con l'ex marito sulle visite al bambino e di conseguenza riporta alla ribalta il caso che per mesi aveva riempito le pagine dei giornali e i palinsesti televisivi italiani. 

AD OTTOBRE: IL VIDEO CHOC SU CHI L'HA VISTO?

GENITORI CONTRO. Secondo la donna, il padre godrebbe di privilegi a lei non concessi: l'uomo a detta dell'ex compagna, farmacista, avrebbe tenuto in casa il figlio alcuni giorni senza averne diritto e avrebbe dormito nella casa d'accoglienza. Il padre, avvocato, ha confermato di essere all'interno della casa da un paio di giorni per "proteggere" la struttura e l'organizzazione da eventuali intemperanze della sua ex. L'uomo ha ribadito di essere l'affidatario unico del piccolo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Il Sant'Antonio di Evyrein compare in centro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento