menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'assessore Boron illustra i fotogrammi del servizio tv al campo nomadi di via Bassette

L'assessore Boron illustra i fotogrammi del servizio tv al campo nomadi di via Bassette

Bimbo nudo campo nomadi, Boron chiede intervento tribunale minori

L'assessore leghista del comune di Padova, che nei giorni scorsi aveva dichiarato che in caso di maltrattamenti i figli dei rom andavano tolti ai genitori, torna sul tema mostrando la situazione di via Bassette

Un bambino, forse di neanche due anni, con addosso una maglietta, senza mutande, che gioca fra pannelli di legno e scarti di carpenteria, ammonticchiati al suolo. Un altro, più grandicello, che cammina a piedi scalzi nella polvere. Sono due fotogrammi di un servizio girato tre giorni fa al campo nomadi in via Bassette a Padova da un'emittente televisiva locale. "Fotogrammi che bastano, da soli, a dimostrare chiaramente le condizioni in cui vengono trattati alcuni bambini, queste immagini non lasciano scampo", commenta l'assessore al Verde, Fabrizio Boron, che solo due giorni fa si era reso protagonista di un appello alla magistratura perché, nel caso di maltrattamenti, i bimbi rom vengano tolti ai loro genitori.

"INTERVENGA IL TRIBUNALE DEI MINORI". "Ho potuto constatare la situazione in via Bassette anche con i miei occhi - continua l'assessore - Qualsiasi genitore tratti in simili condizioni dei bambini subirebbe dei provvedimenti da parte della magistratura. Chiedo quindi al tribunale dei Minori di intervenire, prima che succeda qualcosa di irreparabile. Faccio notare che, poco più di un anno fa, la Croce Rossa aveva lanciato l'allarme, spiegando che in via Bassette, a causa delle condizioni igieniche pessime, c'era il rischio di diffusione di malattie altrimenti scomparse. Chi ama i bambini non li tratta così".

ANCHE IN VIA LONGHIN. Di giovedì un nuovo sopralluogo da parte di Boron nei campi nomadi di via Bassette e Longhin, con una troupe televisiva nazionale. "La situazione che ho riscontrato è vergognosa - aggiunge - Oltre a rifiuti solidi e speciali, ammassati pressoché ovunque, mi hanno colpito le condizioni in cui sono trattati alcuni minori, scalzi e malvestiti. In via Longhin un paio di ragazzini ha minacciato e allontanato a male parole la giornalista che era con me".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Come fare una manicure semipermanente in casa senza l’uso della lampada

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento