rotate-mobile
GUERRA IN UCRAINA

Ricoverato a Padova bimbo ucraino con la scheggia di una bomba nel torace

Ha poco più di 10 anni il piccolo paziente, ora ricoverato all'Azienda ospedaliera. Lo ha annunciato il presidente della Regione Veneto Luca Zaia

Ha poco più di 10 anni e ferite provocate dalle schegge di una bomba. Il bimbo si trova ora all'Azienda ospedaliera padovana per ricevere le cure.

Il ricovero

«È arrivato oggi dall’Ucraina ed è stato ricoverato a Padova un bimbo di poco più di 10 anni con una scheggia di bomba nel torace. Di fronte a certe atrocità, che non avremmo mai pensato di vedere nel 2022, l’unica cosa che serve è la pace, perché è intollerabile ricoverare in ospedale un bambino colpito da una bomba». Con parole di viva commozione il presidente della Regione Veneto Luca Zaia ha commentato il ricovero, avvenuto nel pomeriggio di oggi lunedì 18 aprile, di un bambino giunto dall’Ucraina con ferite al torace, riportate dopo essere stato colpito dalle schegge di un ordigno. Arrivato assieme al padre con un aeromobile della guardia costiera, il bimbo è stato trasportato con il genitore, che attualmente soffre di stress post traumatico, su un’ambulanza del Suem e destinato all’Azienda ospedaliera di Padova. «La sanità veneta non lascia indietro nessuno nell’emergenza, specie i bambini, vittime inermi e innocenti. Ora basta prove muscolari tra grandi leader - conclude Zaia - e si lavori concretamente a un tavolo per porre fine a questa folle guerra».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricoverato a Padova bimbo ucraino con la scheggia di una bomba nel torace

PadovaOggi è in caricamento