menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lo sgombero del Bios Lab (fonte Twitter @bios_lab)

Lo sgombero del Bios Lab (fonte Twitter @bios_lab)

Bios Lab, sgombero dell'ex Inps di via Palestro: 18 denunciati

La polizia ha liberato la palazzina abbandonata da una quindicina d'anni che da 3 mesi è divenuta la sede anche di attivisti del collettivo universitario di Scienze Politiche. Le 18 persone sono state deferite per occupazione di proprietà privata

Sono iniziate mercoledì mattina all'alba le operazioni di sgombero, da parte degli agenti della polizia di Padova, del "laboratorio Bios", uno spazio occupato dal 17 aprile scorso anche da attivisti del collettivo universitario di Scienze Politiche all'interno delle palazzine "ex Inps", abbandonate da almeno una quindicina d'anni in via Palestro.

18 DENUNCIATI. Contestualmente allo sgombero, la procura di Padova ha emesso 18 denunce per occupazione di proprietà privata. Al momento del blitz della polizia non c'era nessuno all'interno dell'edificio, solo diverso materiale audio per concerti e convegni. Per rimuoverlo è stato necessario l'intervento di ben tre mezzi pesanti.

LA REAZIONE DEGLI OCCUPANTI. "Evidentemente per l'Inps e l'amministrazione cittadina è più importante riconsegnare questo spazio al degrado e alla speculazione - commentano gli occupanti - che aprire e sostenere progetti in cui precari, studenti e disoccupati possano affrontare collettivamente la drammaticità della crisi economica, sociale e culturale che stiamo vivendo. Piuttosto i dirigenti Inps hanno preferito chiudere qualunque tipo di trattativa, per altro senza comunicarlo, nonostante la nostra più volte ribadita disponibilità a trovare una soluzione condivisa che conducesse ad un accordo convenzionale".

sgombero bios lab-2COS'È BIOS LAB. Secondo quanto riportano gli occupanti sul proprio sito internet di presentazione creato ad hoc, "il progetto Bios Lab vuole essere un luogo a disposizione della cittadinanza per progetti di mutualismo sociale a sostegno di tutti quei soggetti colpiti dalla crisi economica e dai processi di precarizzazione dovuti alle politiche di austerity: dai lavoratori precari, agli anziani, agli stranieri e alle nuove famiglie. Tra i progetti del Laboratorio stiamo costruendo uno sportello legale per lavoratori e precari, un consultorio autogestito, corsi di lingua per italiani e stranieri, servizi di doposcuola, corsi di internet per anziani, laboratori teatrali, presentazioni di libri e diverse altre attività proposte dai molti residenti che hanno attraversato questi locali fino ad oggi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento