menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Pericolo violenze infiltrati", Bitonci rimanda la fiaccolata anti profughi

Il sindaco di Padova ha proposto agli organizzatori della manifestazione indetta per venerdì di rinviare l'evento. Il motivo: evitare scontri con i partecipanti alla contro-iniziativa contemporanea "Padova accoglie"

Dopo un incontro con il prefetto Patrizia Impresa e il questore Gianfranco Bernabei, il sindaco di Padova, Massimo Bitonci, ha chiesto agli organizzatori di rinviare la fiaccolata organizzata per venerdì 15 maggio, contro l'accoglienza di profughi in città. La proposta, accolta da commercianti e residenti che hanno indetto la manifestazione, è arrivata lo stesso venerdì, in mattinata, "per evitare che infiltrati nella contro manifestazione compiano violenze".

BITONCI RIMANDA LA FIACCOLATA: Guarda il video

FIACCOLATA RINVIATA. Bitonci fa riferimento all'iniziativa "Padova accoglie", annunciata nei giorni scorsi da diverse associazioni padovane, che si sarebbe svolta in concomitanza con la fiaccolata, ma in segno opposto. "Ho esposto la mia preoccupazione perché sono state autorizzate due manifestazioni alla stessa ora e nello stesso luogo - ha detto Bitonci - ho chiesto ai commercianti di spostare la fiaccolata alla settimana prossima in modo che gli antagonisti dei centri sociali possano fare la loro. Ci ho pensato molto ma non posso pensare che ci possano essere situazioni di pericolo - ha continuato - in cui qualcuno si faccia male o venga messa a ferro e fuoco la città perché qualcuno cercherà sicuramente il contrasto".

GLI ORGANIZZATORI DELLA FIACCOLATA. Sulla pagina dedicata all'evento contro i migranti, i promotori della manifestazione comunicano l'intenzione di accettare la proposta del primo cittadino: "Siamo gente pacifica che vuole manifestare per dei diritti e delle idee, ma non cerchiamo alcun tipo di scontro. Ci spiace molto che sia stata autorizzata una contromanifestazione, perciò, nonostante la grande fiducia che abbiamo nell'organizzazione delle forze dell'ordine, abbiamo deciso di accogliere l'appello del sindaco e sposteremo la manifestazione in una data da destinarsi della settimana prossima".

LE DUE MANIFESTAZIONI. La fiaccolata sarebbe dovuta partire da palazzo Moroni alle 19.40. Mentre il corteo "Padova accoglie", che trova l'appoggio anche di don Albino Bizzotto, dei Beati costruttori di Pace - il religioso in questi giorni ha dato avvio allo sciopero della fame per sostenere la causa dei migranti - si ritroverà alle 19 in piazza Garibaldi.

PROFUGHI, PADOVA SPACCATA. La questione dell'accoglienza dei profughi in case private è divenuta in queste settimane, tra favorevoli e contrari, sempre più pressante e scottante. Dopo che alcuni cittadini hanno deciso di mettere a disposizione dei migranti i propri alloggi - è il caso, ad esempio, della 90enne che, colpita dal dramma degli sbarchi, ha messo recentemente a disposizione la propria abitazione per ospitarli - Padova si è divisa nettamente in due: da una parte chi parla di un'"invasione", tra questi il sindaco Bitonci che ha firmato un'ordinanza ad hoc, e avviato una raccolta firme; dall'altra parte la Padova solidale, e la manifestazione che si sarebbe dovuta svolgere parallelamente e in antitesi alla fiaccolata.

BITONCI RIMANDA LA FIACCOLATA:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento