menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
In foto da sx: ll direttore del Due Palazzi, Salvatore Pirruccio, e il sindaco di Padova Massimo Bitonci

In foto da sx: ll direttore del Due Palazzi, Salvatore Pirruccio, e il sindaco di Padova Massimo Bitonci

Bitonci visita il Due Palazzi dopo le aggressioni: "Rimpatriare stranieri"

Il sindaco di Padova ha fatto visita alla casa di reclusione di Padova, dopo gli episodi di violenza in cui tre agenti sono rimasti feriti: "Carcere ben governato, ma la polizia è sotto organico c'è sovraffollamento"

Nelle scorse ore il sindaco di Padova Massimo Bitonci ha visitato la casa circondariale Due Palazzi a seguito dei recenti episodi di violenza da parte di un gruppo di detenuti che, inneggiando ad Allah e all'Isis, ha ferito tre agenti.

BITONCI AL DUE PALAZZI. “Ho visitato la casa di reclusione di Padova con il direttore Salvatore Pirruccio e l'assessore alla Sicurezza Maurizio Saia – spiega Massimo Bitonci – mi sono intrattenuto con alcuni detenuti al quarto piano, nello stesso braccio dove sono scoppiati i disordini. L'impressione che ho avuto è che la situazione in cui vivono sia certamente dignitosa".

"RIMPATRIARE I DETENUTI STRANIERI". "Il carcere è ben governato, anche se sono evidenti i problemi di sovraffollamento e non può essere nascosto un fatto: il personale agente di polizia penitenziaria è sotto organico. Il Governo deve intervenire - prosegue - cambiando direzione: depenalizzare reati o scarcerare delinquenti è sbagliato e immorale. Il 50% dei detenuti condannati reclusi al Due Palazzi, come ha confermato questa mattina il direttore Pirruccio, proviene dall'Est Europa o dell'Africa. Invece di mantenere queste persone a spese dei contribuenti, è giunto il momento di rimpatriarle".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Politica

Il neo Presidente Masin: «Natura e turismo, così immagino il Parco Colli. Essere cacciatore non è in antitesi con questo ruolo»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento