Prada, nella notte il blitz degli animalisti al nuovo negozio

Striscione, manifesti antipellicce e di liberazione animale sono comparsi sulle vetrine della nuova boutique della multinazionale della moda che domani apre al posto dello storico punto vendita "Ricordi" in piazza Garibaldi

Le vetrine del nuovo punto vendita Prada di Padova tappezzate stanotte dagli animalisti

Apre domani a Padova, martedì 31 gennaio, il primo punto vendita monomarca di Prada. La multinazionale della moda alzerà le serrande al posto dello storico negozio di “Ricordi”, in piazza Garibaldi. L'inaugurazione ufficiale giovedì 2 febbraio, con accesso solo su invito personale.

IL BLITZ. Un primo battesimo “del fuoco” però è arrivato nottetempo da parte dei militanti di Centopercentoanimalisti che, eludendo i controlli dei “vigilantes” presenti all'interno della boutique, hanno affisso alle vetrine un enorme striscione, manifesti antipellicce e di liberazione animale.

L'ACCUSA. “Prada non avrà vita facile”, promettono gli attivisti. “Ricordiamo che Prada usa cinicamente pelli e pellicce di animali nella produzione di capi di abbigliamento e accessori – sottolineano - È stata l'unica casa in Italia che ha continuato a importare e usare pelli di foca, quando nessun altro stilista lo faceva fino al 2010. Prada usa pelle e pelo di volpe, struzzo, pitone, vitello nella sua linea di accessori 2012”. “Il nuovo negozio di piazza Garibaldi con il suo lusso ostentato farà da richiamo per una massa di persone superficiali e vuote – concludono - attirate dall'apparenza e non coscienti o insensibili alla sofferenza e alla morte degli animali”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro: muore l'imprenditore Tiziano Faccia, fratello dei Serenissimi del Tanko

  • Trova un rotolo di banconote per terra e lo consegna alla polizia locale: succede nell'Alta

  • Violento schianto contro un platano: conducente estratto dalle lamiere e trasportato in ospedale

  • Giallo ai piedi della Specola, due cadaveri in casa: sono due fratelli

  • Colpo grosso al centro commerciale: rubato materiale tecnologico per 30mila euro

  • Caso Tigotà: gli audio di una capo-area che smascherano l'organizzazione dello sciopero

Torna su
PadovaOggi è in caricamento