menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Blitz in un laboratorio cinese: operaio senza documenti di soggiorno, titolare denunciato

I carabinieri, giovedì mattina, hanno effettuato un controllo all'interno di un tomaificio di Noventa Padovana gestito da un orientale. Diverse le irregolarità riscontrate

Quando giovedì mattina i carabinieri hanno bussato alla porta dello stabile di via Salata, a Noventa Padovana, si è verificato un fuggi fuggi generale. Il titolare del contratto d'affitto della fabbrica e del reparto abitazione, di orgine cinese, è stato denunciato per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina dopo che uno degli operai identificati è stato trovato senza documenti di soggiorno.

IRREGOLARITÀ. Nel reparto notte dello stabile sono stati trovati tre cinesi a dormire. Dai controlli è emerso che il personale stava lavorando per conto di note firme dell'alta moda. Oltre alla denuncia sono emerse diverse irregolarità edilizie e inadempienze per quel che riguarda la legge sull'ospitalità di terzi e sul fronte igienico-sanitario degli ambienti.

SPISAL. L'attività di controllo è stata promossa dal personale dello Spisal e ha coinvolto i dipendenti dell'Inail, della polizia locale e dei carabinieri.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento