rotate-mobile
Cronaca Viale Codalunga

Stop alle macchine domenica 23 settembre: blocco della circolazione a Padova, le aree interessate

Il divieto durerà dalle ore 10 alle ore 18 ed è stato deciso in occasione della Settimana europea della mobilità sostenibile e nell'ambito della Domenica sostenibile in centro storico

Il Comune di Padova, in occasione della Settimana europea della mobilità sostenibile e nell'ambito della Domenica sostenibile in centro storico, prevede il divieto di circolazione, a tutte le categorie di veicoli a motore endotermico (motori a combustione e ibridi), all'interno delle mura del Cinquecento, il 23 settembre 2018 dalle ore 10 alle 18. Lo scopo dell'iniziativa è di far conoscere ai cittadini le problematiche ambientali e incoraggiare comportamenti compatibili con lo sviluppo sostenibile.

Chi può circolare

L'accesso è consentito solo a biciclette, mezzi di trasporto pubblico e di soccorso e per i casi eccezionali che vengono verificati dagli addetti della Polizia Locale. Gli unici veicoli autorizzati a circolare nelle vie chiuse al traffico sono quelli dotati esclusivamente di motore elettrico.

Blocco Traffico-2

Area del blocco

E' vietata la circolazione dei veicoli e dei ciclomotori a motore nell'area all’interno del centro storico, costituito dalla porzione di territorio comunale con perimetro caratterizzato dalle seguenti vie percorribili:

barriera Saracinesca,

via Cernaia,

porta San Giovanni,

via Euganea - tratto compreso tra porta San Giovanni e via Orsini,

via N. Orsini,

porta Savonarola,

via Bronzetti,

porta Trento,

via F.P. Sarpi,

viale Codalunga,

via Trieste,

via U. Bassi,

via N. Tommaseo,

via Venezia,

piazzale Della Stanga,

via Ariosto,

via Gattamelata,

via Gustavo Modena,

via Scarsellini,

via Manzoni,

via G. Bruno,

via A. Costa,

viale F. Cavallotti,

ponte Del Sostegno,

via Goito.

Deroghe

Sono previste eccezioni da documentare con il "Titolo autorizzatorio": si tratta di una dichiarazione sottoscritta dal conducente che deve contenere gli estremi del veicolo, le indicazioni dell'orario, del luogo di partenza e di destinazione, oltre alla motivazione del transito. Il "Titolo autorizzatorio" deve essere esposto bene in vista ed esibito agli agenti di polizia stradale che ne fanno richiesta. Questi i casi in cui si può richiedere tale deroga:

- veicoli per il trasporto alle strutture sanitarie pubbliche o private per sottoporsi a visite mediche, cure ed analisi programmate, con a bordo la prenotazione o l’attestazione dell’avvenuta prestazione medica;

- veicoli dei paramedici e dei tecnici ospedalieri in servizio di reperibilità, nonché i veicoli di associazioni e imprese che svolgono servizio di assistenza sanitaria e/o sociale; nel caso che i veicoli siano dei volontari che operano per conto delle suddette associazioni, necessita attestazione dell’associazione medesima, riportante i dati del prestatore d’opera, nonché degli orari e delle località dove lo stesso presta la propria attività;

- veicoli utilizzati per particolari attività urgenti e non programmabili, per assicurare servizi manutentivi di emergenza, nella fase di intervento;

- veicoli utilizzati da persone che non possono recarsi al lavoro con mezzi pubblici a causa dell'orario di inizio o fine turno o del luogo di lavoro, limitatamente al percorso più breve casa-lavoro purché muniti di dichiarazione del datore di lavoro attestante la tipologia e l’orario di articolazione dei turni e l’effettiva turnazione nonché di un’autodichiarazione attestante la mancanza di mezzo pubblico;

- veicoli utilizzati per recarsi a cerimonie nuziali, battesimi, confessioni, comunioni, cresime, 50° e 60° anniversario di matrimonio;

- veicoli utilizzati da società sportive, dagli atleti partecipanti a manifestazioni sportive, dai direttori e giudici di gara, per recarsi al luogo dell’evento sportivo, lungo gli itinerari strettamente necessari per i relativi spostamenti;

- veicoli delle associazioni impegnate nell’organizzazione dei vari eventi all’interno dell’area interessata, per il tempo strettamente necessario ad effettuare le operazioni di carico/scarico del materiale necessario per lo svolgimento degli stessi.

Eventuali autorizzazioni in deroga al divieto di circolazione per particolari situazioni urgenti e non programmabili, rispetto ai casi previsti in ordinanza, vengono rilasciate dal Settore Polizia Locale e Protezione Civile che valuta caso per caso.

Info

Per informazioni:

Settore Polizia Locale e Protezione Civile - Comune di Padova
via Gozzi, 32 - 35131 Padova
telefono 049 8205100
fax 049 8205105
front-office comando: lunedì, martedì, mercoledì e venerdì dalle 8:00 alle 13:00, giovedì dalle 8:00 alle 14:00
email poliziamunicipale@comune.padova.it

Informambiente - Settore Ambiente - Comune di Padova
via dei Salici, 35 - 35124 Padova
telefono 049 8205021
orario: martedì e giovedì dalle 10:00 alle 17:00; mercoledì e venerdì dalle 9:00 alle 13:00
email informambiente@comune.padova.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stop alle macchine domenica 23 settembre: blocco della circolazione a Padova, le aree interessate

PadovaOggi è in caricamento