rotate-mobile
Cronaca Arcella / Via Michelangelo Buonarroti

Boato all'Arcella, esplosione in un sexy shop

Una forte detonazione ha scosso via Michelangelo Buonarroti alle 23 di giovedì notte. Ancora ignote le cause. Sul posto polizia, pompieri e scientifica per i rilievi

Notizia in aggiornamento

Un forte boato alle 23 in punto, sentito distintamente dai residenti delle vie limitrofe.

Esplosione in un sexy shop in Arcella

I fatti

Grande paura giovedì notte in quartiere Arcella, dove il sexy shop "Il Sogno!" è stato colpito da una forte esplosione. Sulla vetrina, rimasta intatta, solo un grosso buco circolare del diametro di circa 30 centimetri, a poco più di un metro da terra. Ancora ignota la natura del botto, anche se i presenti riferiscono di aver udito una detonazione, simile allo scoppio di un grosso petardo. "Io pensavo ci fosse una sagra e stessero sparando dei botti - racconta un ragazzo che si trovava poco distante - ma ho capito subito che non poteva essere, il colpo è stato troppo forte".

I passanti

Nei minuti successivi in strada è accorsa tanta gente perchè il boato si è sentito distintamente a decine di metri di distanza. "Ho sentito l'odore di bruciato, ma era molto leggero - racconta un uomo -. Per me può essere stato solo un ordigno a fare questo rumore". "Il botto lo abbiamo sentito a due vie di distanza, sicuramente non è stato un sasso o un oggetto lanciato per caso a fare questo disastro" aggiunge una ragazza.

Le indagini

Solo ipotesi per il momento, si attendono gli accertamenti della polizia, arrivata sul posto con i vigili del fuoco che hanno transennato l'area. Attorno a mezzanotte è arrivata anche la scientifica per i rilievi e all'1 sono entrati all'interno del locale per proseguire le verifiche. Verifiche eseguite non solo sulla vetrina ma anche su un'auto rimasta parcheggiata proprio davanti all'ingresso, risultata poi essere del titolare che si era allontanato con un amico per mangiare una pizza.

Il proprietario

La mattina dopo sulla vetrina è appeso un grande cartello che recita "Aperto" a coprire il cratere lasciato dall'esplosione. Intorno sono ben visibili le crepe che percorrono il vetro. "É stato sicuramente un ordigno - racconta il titolare del negozio -, hanno sentito il botto a un chilometro di distanza e anche l'odore di bruciato". Non si esprime sul fatto che l'episodio possa essere stato premeditato o con un intento intimidatorio: "Non ho idea del motivo, se sia stata una bravata o un gesto volontario - prosegue -. In questa zona gira gente di ogni tipo, ma resta il fatto che è un'azione gravissima". In molti hanno pensato che a essere preso di mira fosse stato un bancomat o la vicina sala scommesse, la scelta del sexy shop lascia tutti stupiti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Boato all'Arcella, esplosione in un sexy shop

PadovaOggi è in caricamento