rotate-mobile
Venerdì, 23 Febbraio 2024
Cronaca Pernumia

C&C di Pernumia: le 2400 firme della petizione volano a Bruxelles

L'eurodeputato Andrea Zanoni ha presentato alla commissione europea Petizioni il documento firmato da più di 2mila cittadini e promosso dal comitato Sos C&C per spingere al risanamento dell'ex stabilimento in tempi brevi

Ritorna la spinosa questione della bonifica della fabbrica di "veleni" di Pernumia. Dopo le risposte assenti da parte delle autorità locali, l'eurodeputato Zanoni sottopone la petizione contenente 2400 firme al vaglio della commissione europea.

LE FIRME A BRUXELLES. Una piccola ma battagliera delegazione quella che ha portato alla commissione petizioni del Parlamento europeo ben 2400 firme sulla bonifica della C&C. A guidare la rappresentanza del Comitato Popolare Sos C&C, costituita da Carlo Simoni e Annachiara Capuzzo di Due Carrare e da Davide Caron di Pernumia, l'eurodeputato e membro della commissione Envi Ambiente, Salute Pubblica e Sicurezza Alimentare Andrea Zanoni, protagonista anche di un sopralluogo all'ex industria dei rifiuti il 15 febbraio scorso.

IL VIDEO DEL SOPRALLUOGO ALLA FABBRICA DI "VELENI"

I RISCHI. Il noto stabile versa davvero in uno stato di assoluto degrado, con sempre reali rischi di contaminazione delle zone limitrofe, soprattutto quelle residenziali e agricole, a causa delle coperture in amianto danneggiate da tempo. E anche il profilarsi di un danno economico, oltre a quello per la salute, non è da escludersi se la C&C non dovesse essere bonificata in tempi ragionevolmente ristretti: a rischio vi sono infatti anche alcune zone agricole di pregio dove si coltivano il radicchio bianco di Maserà e il radicchio variegato di Castelfranco Igp.

AUTORITÀ LOCALI? INDIFFERENTI. "Non è stata presa ancora alcuna misura tempestiva per rendere sicura l'area - spiega con rammarico Zanoni - e proprio per questo siamo convinti che la sede della commissione petizioni sia l'unica che possa dar voce alle richieste di rispetto della legalità dei cittadini europei. Per anni questa fabbrica ha giocato sulla pelle dei cittadini e le firme spingeranno l'Europa a prendere una posizione su un problema che non ha visto il pianificarsi di eventuali soluzioni da parte delle autorità del luogo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

C&C di Pernumia: le 2400 firme della petizione volano a Bruxelles

PadovaOggi è in caricamento