rotate-mobile
Cronaca

Borse di studio tagliate, Pipitone (Idv): “Donazzan incontri gli studenti”

Il consigliere regionale dell'Italia dei valori interviene sulla protesta degli studenti universitari contro i tagli al diritto allo studio che solo a Padova porterebbero alla perdita della borsa di studio per 2.700 studenti

Sarebbero 2.700 gli studenti padovani a rimanere esclusi, dal prossimo anno, dall'assegnazione della borsa di studio universitaria. 5 mila in tutto il Veneto. Un'apocalisse per il mondo studentesco che ha avviato un'intensa protesta contro i tagli al diritto allo studio.

“L'assessore Donazzan sia più vicina agli studenti. Anche a quelli che protestano – il commento del consigliere regionale di Idv Antonino Pipitone - Anche se l'assessore regionale all'Istruzione di appuntamenti in agenda ne aveva tanti, incontrare gli studenti sarebbe stato un gesto di cortesia e di attenzione sicuramente benvenuto, soprattutto perché rivolto a ragazzi e ragazze che vengono a rivendicare un legittimo diritto allo studio”.
 
“La Regione cerchi in ogni modo di trovare i fondi per garantir loro il sostegno cui hanno diritto – prosegue Pipitone - Tagliare i finanziamenti per le borse di studio, cioè gli aiuti per gli studenti di famiglie più bisognose, è una scelta miope, irresponsabile ed immorale. Così facendo si rinuncia ad essere protagonisti del futuro e si costruisce un paese a due velocità. I figli dei benestanti potranno studiare dove e quanto vogliono, mentre i figli delle persone 'normali' saranno costretti, per bisogno e non per demerito, a rinunciare ad università, istruzione e futuro”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Borse di studio tagliate, Pipitone (Idv): “Donazzan incontri gli studenti”

PadovaOggi è in caricamento