menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Botellon il giorno dopo il terremoto, i promotori: "The show must go on"

Con una lettera pubblicata sul web, i giovani del maxi raduno spiegano perchè l'evento si terrà ugualmente, questa sera in Prato della Valle, nonostante la richiesta del prefetto di cancellarlo in seguito all'ultimo evento sismico

"Capiamo le motivazioni di tale richiesta, ma noi crediamo che il botellón vada fatto ugualmente". Sono i ragazzi del Botellon Veneto, il raduno spontaneo previsto per stasera 30 maggio in Prato della Valle a Padova dove ogni partecipante porterà da sè le proprie consumazioni, a scrivere queste righe, dopo l'appello da parte del Padova Oggi - cronaca e notizie da Padova
comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica convocato dal prefetto ieri pomeriggio affinchè la manifestazione venga cancellata in seguito alle tragiche conseguenze dell'ultima violenta scossa di terremoto di ieri alle ore 9 con epicentro in Emilia.

NO AL BOTELLON: LA RICHIESTA DEL PREFETTO

LE RAGIONI DEI PROMOTORI. "In primo luogo una simile iniziativa ad un giorno dalla data prescelta sarebbe irrealizzabile - continuano nella loro lettera di spiegazioni sul web i promotori dell'evento - Il botellón è una festa dal basso, auto organizzata, che nasce, cresce e si realizza attraverso il passaparola. Un decentramento tale implica che non ci siano canali classici di promozione e di pubblicizzazione, così che anche un eventuale annullamento della serata difficilmente raggiungerebbe tutte le persone che ne sono venute a conoscenza nelle maniere più disparate e che ugualmente si presenterebbero in Prato. In secondo luogo, crediamo che il lutto non debba diventare immobilità e non è lo sconforto a dover prevalere. Soprattutto ora che grazie ad un gruppo di ragazzi volenterosi il botellón vuole proporsi come festa autofinanziata (che non genera quindi perdite economiche per la collettività) e virtuosa, dato che come vi abbiamo già detto ci sarà una raccolta fondi per pagare la pulizia del prato e la cui eccedenza verrà devoluta alle popolazioni colpite da terremoto. Un botellón quindi che ha nelle sue possibilità quella di fare del bene e che sarebbe sbagliato cancellare, soprattutto adesso".

LA RACCOLTA FONDI PER UN BOTELLON "A IMPATTO ZERO: IL SURPLUS AI TERREMOTATI

THE SHOW MUST GO ON. "E’ per questo motivo che invitiamo tutti a venire in Prato della Valle a Padova - concludono - oggi più di ieri, e a partecipare in maniera responsabile ad una festa dal basso che quest’anno vuole diventare qualcosa di più. Se saremo tutti bravi, se non sporcheremo la piazza, se raccoglieremo le immondizie altrui, se saremo generosi nelle offerte libere a guadagnarci saranno la Croce Blu di Camposanto e l‘Associazione di Pubblica Assistenza del modenese. Basta la collaborazione di tutti per realizzarlo. Passaparola".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Il Sant'Antonio di Evyrein compare in centro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento