rotate-mobile
Cronaca Bovolenta

Il letto del Bacchiglione restituisce il corpo di Alberto Pittarello

Nel primo pomeriggio di oggi 29 febbraio non appena le condizioni meteo si sono assestate i sommozzatori dei vigili del fuoco si sono calati nel canale. Dopo aver estratto il caldaista dall'abitacolo l'hanno riportato in superficie e successivamente sull'argine

Alle 16,30 odierne, 29 febbraio i vigili del fuoco hanno estratto dall'abitacolo del furgone Nissan il corpo di Alberto Pittarello e con tutte le cautele del caso l'hanno riportato in superficie. Successivamente la salma è stata trasportata fino all'area arginale. Presenti sul posto il medico legale, il comandante del Nucleo investigativo di Padova maggiore Enrico Zampolli, i carabinieri della Compagnia di Piove di Sacco con il capitano Domenico De Luca e il sindaco di Bovolenta, Anna Pittarello. 

Il sindaco 

«Nel dolore immenso che provoca il rinvenimento del corpo di una persona - ha detto a caldo il sindaco di Bovolenta Anna Pittarello - siamo arrivati all'epilogo di questa triste vicenda che ha sconvolto il mio paese. Rinnovo ad entrambe le famiglie la mia massima solidarietà e vicinanza, con la speranza che situazioni di questo tipo non debbano più vericarsi. Confermo che il giorno del funerale di Sara a Bovolenta sarà proclamato il lutto cittadino».

E' stata un'attività non semplice anche alla luce delle avverse condizioni meteo

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il letto del Bacchiglione restituisce il corpo di Alberto Pittarello

PadovaOggi è in caricamento