Domenica, 21 Luglio 2024
Cronaca Zona Industriale / Corso Stati Uniti

Braccialetti tossici al China ingross Dopo Le Iene lo stop del Ministero

In seguito al servizio televisivo di denuncia in cui la troupe subì anche un pestaggio, è stato disposto il divieto di commercializzazione del braccialetto metallico Yida, contenente piombo sopra i limiti di legge

A distanza di quattro mesi e mezzo, si tirano le somme dell'inchiesta realizzata dal programma tv Le Iene che, lo scorso aprile, si presentò con una troupe per documentare la vendita all'interno del China Ingross di corso Stati Uniti a Padova di braccialetti del marchio Yida prodotti in Cina e distribuiti in Italia dall'omonima ditta con sede a Viterbo. Sui prodotti la trasmissione avanzava l'ipotesi che contenessero sostanze nocive. Nel corso delle riprese del servizio la troupe venne anche violentemente aggredita da alcuni commercianti cinesi (il video del pestaggio).

MINISTERO CONFERMA TOSSICITÀ. La conferma ufficiale dei sospetti è arrivata nelle ultime ore, con gli esiti delle indagini di laboratorio eseguite dai carabinieri dei Nas di Padova in seguito ai prelievi dei braccialetti eseguiti in una bigiotteria del Centro Cina. Sulla scorta dei risultati, il ministero della Salute ha disposto il divieto di commercializzazione, il ritiro e il richiamo sul tutto il territorio nazionale del braccialetto metallico, descritto "di colore oro, con sola etichetta riportante il codice e il riferimento dell'importatore, il made in 'Prc' e l'indicazione 'nickel free'". Il dicastero sottolinea che il prodotto è "neurotossico se ingerito e sono state rilevate tracce di piombo, con concentrazioni superiori a quanto consentito dalla legge".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Braccialetti tossici al China ingross Dopo Le Iene lo stop del Ministero
PadovaOggi è in caricamento