Cronaca

Braccialetto elettronico a stalker molesto: era arrivato a minacciare i genitori di lei

Una escalation di molestie, minacce, danni e dispetti da parte di un trentanovenne padovano verso l'ex compagna

Una lunga serie di molestie e dispetti che hanno coinvolto addirittura i familiari della ragazza, una esclatation che è andata sempre in peggio. Per questo i carabinieri della stazione di Spinea, in provincia di Venezia, hanno applicato la misura del divieto di avvicinamento, con tanto di braccialetto elettronico, a un uomo di 39 anni, il quale si è reso gravemente responsabile di stalking nei confronti dell'ex fidanzata.

Accanimento

I due si sono conosciuti su Facebook e la loro relazione è durata poco. Ma il 39enne, residente in provincia di  Padova, non è riuscito a rassegnarsi alla fine di questo rapporto, così da aprile scorso ha iniziato a infastidire la ex in maniera davvero pensante tanto da coinvolgere anche i familiari di lei. L'uomo è arrivato a bucare le ruote dell'auto alla madre della donna e ha addirittura otturato con la colla le serrature delle porte. Non soddisfatto ha scritto frasi diffamatorie sia sulle pareti di casa che di un supermercato e ha poi lasciato solvente sull'uscio dell'abitazione come ultima minaccia. Per questo i militari dell'Arma, ricevute le denunce della donna e ricostruito l'intero quadro di molestie subite da lei e i suoi familiari, hanno informato l'autorità giudiziaria, che ha così disposto all'uomo il divieto di avvicinamento con tanto di applicazione del braccialetto elettronico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Braccialetto elettronico a stalker molesto: era arrivato a minacciare i genitori di lei

PadovaOggi è in caricamento