Cronaca Brugine

Sostanze "proibite" nel sangue: dopo l'incidente ecco la denuncia

Il 3 agosto un sessantenne di Brugine mentre passeggiava in bicicletta in centro è caduto autonomamente riportando delle lesioni. In ospedale gli accertamenti hanno evidenziato la presenza nel sangue di benzodiazepine e tramadolo

Il Codice della Strada non vale solo per automobilisti e motociclisti, ma anche per i ciclisti. Ne sa qualcosa un sessantenne di Brugine che lo scorso 3 agosto in paese è rimasto vittima di una rovinosa caduta che ha necessitato l'arrivo dei sanitari del Suem 118 che l'hanno trasportato in ospedale. Sul luogo della fuoriuscita autonoma sono arrivati anche i carabinieri della stazione di Casalserugo.

Tre mesi dopo

Dagli accertamenti effettuati in ospedale nell'immediatezza dei fatti è emerso che al momento dell'incidente l'uomo presentava nel sangue tracce di benzodiazepine e tramadolo, sostanze "proibite" equiparabili a sostanze stupefacenti. Per questo motivo oggi 7 novembre l'uomo è stato convocato in caserma a Casalserugo e al termine delle formalità di rito è stato denunciato per guida sotto l'influenza di sostanze stupefacenti. L'uomo ha provato a giustificarsi riferendo che sta assumendo dei farmaci per problematiche di salute. Parziale giustificazione che non gli è bastata ad evitare i provvedimenti di legge. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sostanze "proibite" nel sangue: dopo l'incidente ecco la denuncia
PadovaOggi è in caricamento