menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giovani bulli agli arresti domiciliari Estorcevano denaro a minorenni

In tre, tra i 19 e i 21 anni, sono accusati di estorsione aggravata e continuata nei confronti di due minori, vittime di minacce e violenze

Attraverso minacce verbali e violenze fisiche, avevano costretto due minorenni, per diverso tempo dallo scorso agosto a metà settembre, a consegnargli somme di denaro comprese tra i 500 e i mille euro.

ARRESTATI. I responsabili, tre giovani "bulli" di età compresa tra i 19 e i 21 anni, a seguito di indagini condotte dai carabinieri di Prato della Valle e coordinate dal pm padovano Sergio Dini, sono finiti agli arresti domiciliari con l'accusa di estorsione aggravata e continuata. Già in passato si erano resi protagonisti di episodi analoghi. Si tratta del 20enne Vincenzo Dario R., il "capetto", residente al Crocefisso; il 21enne Sofian F., che nel gruppo aveva il ruolo di autista e residente ad Albignasego; e il 19enne Pengu Kevin L., il "fisicato" che mostrava i "muscoli", residente all'Arcella.

SOLDI E DROGA. L'indagine ha avuto inizio quando le due vittime, accompagnate dai genitori, hanno rilasciato ai militari dell'arma le prime rivelazioni sullo stato di vessazione che stavano subendo. I tre, vantando un fantomatico credito di oltre 400 euro, avevano iniziato, dai primi di luglio, a perseguitare i due malcapitati, con prolungati appostamenti sotto le loro abitazioni, a volte lasciando incise sui muri frasi si minaccia implicita, o spintonandoli e aggredendoli verbalmente ogni volta quando li incontravano. In una circostanza, hanno costretto uno dei minori a salire sulla loro auto per poterlo sottoporre, lontano dalla vista di possibili testimoni, a una serie prolungata di minacce. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento