menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lotta al bullismo e cyberbullismo, consigliere Meneghini presenta mozione in Comune

Le principali vittime di ingurie, molestie e offese, soprattutto sul web sono le adolescenti. Il consigliere di minoranza intende promuovere azioni di informazione e di prevenzione, in particolare punta all'uso consepevole di internet

Stalking, diffamazione sui social, ingiurie, molestie sono purtroppo all’ordine del giorno in Italia. E l'utilizzo inconsapevole e spesso "leggero" del web e il fatto che l'età dei ragazzi, nell'uso degli strumenti tecnologici, si sia notevolmente abbassata costituiscono il problema principale.

I DATI.

Secondo i dati forniti dal Telefono Azzurro, emerge che tra il 2015 e il 2016, i casi gestiti di cyberbullismo sono stati 270 il 55% dei quali riguarda il Nord Italia e nel 70% dei casi, le vittime sono le ragazze, soprattutto adolescenti. Ma non sono rari purtroppo i casi di cyberbullismo che coinvolgono i preadolescenti.

INFORMAZIONE.

"Proprio per questo motivo - spiega Davide Meneghini consigliere comunale Bitonci Sindaco  - la Città di Padova deve agire soprattutto preventivamente sul fenomeno, informando la cittadinanza, spingendo a denunciare gli atti di bullismo e provvedendo anche alla formazione specifica degli insegnanti che sono coloro ad essere più vicini al mondo degli adolescenti".

IL TESTO DELLA MOZIONE.

Il Consiglio Comunale impegna Sindaco e la Giunta a promuovere anche attraverso il sistema bibliotecario e scolastico, l'informazione, la sensibilizzazione e la prevenzione in materia di bullismo e cyberbullismo con particolare attenzione al profilo della cultura delle pari opportunità e della diversità come risorsa nell'ottica di responsabilizzare i ragazzi, e all'utilizzo di internet e di sicurezza informatica e allo sviluppo delle competenze digitali - a comunicare attraverso il proprio informagiovani le iniziative in materia di prevenzione del bullismo del territorio e proporre iniziative per la giornata nazionale sul bullismo anni 2018, 2019. A costituire o partecipare ad un apposito tavolo di lavoro sul bullismo e sul cyberbullismo con Tribunale dei Minori, ASL, Nucleo di prossimità della Polizia Urbana, tavolo di lavoro aperto alle associazioni, con finalità di esaminare le possibili azioni in materia di ascolto e sostegno dei ragazzi, con il compito di monitorare l'esperienza svolta e valutare i risultati raggiunti - a collaborare con Università e centri di ricerca nell'analisi dei dati statistici e aggregati sul bullismo e cyberbullismo nel rispetto rigoroso del diritto alla riservatezza nell'ottica di bandi nazionali ed europei in materia di pari opportunità e hate speech - a prevedere nelle proprie linee strategiche in materia di formazione percorsi di approfondimento delle tematiche del bullismo e cyberbullismo - a collaborare con altri enti nella mission di guidare i ragazzi verso la consapevolezza dei propri diritti e doveri di “cittadini digitali”.

Primo Firmatario: Davide Meneghini
Matteo Cavatton
Enrico Turrin

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento