menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Continue vessazioni e minacce Arrestati i due bulli del centro

K.P.L, 21enne e B.A.A., 22enne, entrambi stranieri di seconda generazione, figli di genitori nigeriani residenti nei quartieri Arcella e Guizza, hanno preso di mira dei giovani coetanei ed hanno perpetrato loro violenza e minacce

I fatti si riferiscono ai mesi di maggio e giugno scorso. Protagonisti sono K.P.L, 21enne e B.A.A., 22enne, entrambi stranieri di seconda generazione, figli di genitori nigeriani residenti a Padova, nei quartieri Arcella e Guizza. I due hanno preso di mira dei coetanei ed hanno perpetrato loro violenza e minacce.

PRIMO CASO. Il primo caso si è verificato riviera Tito Livio. Vittima un ragazzo 22enne originario di Adria ma domiciliato a Padova. K.P.L e B.A.A, dopo avergli sottratto una felpa, il cellulare e il portafogli contenente i soli documenti, lo avrebbero preso a calci e pugni perchè, dopo precisa richiesta di denaro (100 euro), avrebbe negato di consegnare loro i soldi. Non contenti, i due avrebbero seguito sino a casa il ragazzo e avrebbero minacciato anche il padre. Dopo l'aggressione, il ragazzo riportò lesioni guaribili in 5 giorni.

SECONDO CASO. La seconda aggressione ha avuto luogo in zona Duomo, in via Soncin, vittima un 24enne padovano, picchiato e minacciato di morte dopo avergli sottratto il motorino e 50 euro in contanti.

TERZO CASO. La terza vicenda ha avuto luogo ancora una volta nel cuore della città. A pagarne le conseguenze un 21enne, originario di Abano Terme, dipendente di un locale del centro. Il ragazzo aveva un debito di 50 euro nei confronti dei due "bulli" che ha poi saldato, ma i due pretendevano gli interessi. Anche questo ragazzo è stato vittima di minacce.

CARCERE. Grazie alle indagini condotte dalla squadra Volanti, in collaborazione con la Mobile di Padova, il pm Federica Baccaglini ha disposto l'ordine di carcerazione per estorsione, rapina, tentata rapina, minacce ed usura, aggravati dalla pericolosità dimostrata. I due avevano dei piccoli precedenti per resistenza a pubblico ufficiale e guida senza patente e sono stati accompagnati al Due Palazzi di Padova.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento