Cronaca

Bus e tram: abbonamenti +10% e nessun rincaro per i biglietti

Aumento da subito sugli abbonamenti, calo da 4 a 3 euro per il biglietto famiglia, rimodulazione delle corse in base all'effettivo utilizzo. Questi i contenuti del piano di razionalizzazione dei trasporti pubblici approvato ieri in giunta comunale

A pagare il taglio dei trasferimenti dalla Regione ad Aps Holding di due milioni e mezzo di euro saranno gli abbonati. Per loro da settembre autobus e tram costeranno un 10 per cento in più: da 10 a 11 euro l'aumento per l'abbonamento settimanale e, a ruota proporzionalmente, per gli altri.

TARIFFE: TUTTE LE VARIAZIONI

BIGLIETTI E FAMIGLIE. Rimangono invece congelati a 1,20 euro e 1,30 i costi dei biglietti urbani ed extraurbani, idem per il carnet di biglietti (20 a 18 euro) e tirano un sospiro di sollievo i genitori con bambini piccoli: il biglietto famiglia è stato diminuito del 25% da 4 a 3 euro.

AGEVOLAZIONI. "Abbiamo cercato una soluzione che tutelasse le famiglie e i redditi bassi - ha spiegato il vicesindaco e assessore alla mobilità Ivo Rossi, promotore del piano di razionalizzazione e rimodulazione del servizio di trasporto pubblico locale approvato ieri in giunta a palazzo Moroni - rimandando a fine anno l'eventuale adeguamento del biglietto, quando avremo verificato le misure adottate dalla Regione. Vogliamo incoraggiare le famiglie e i cittadini a utilizzare l'autobus: per questo abbiamo deciso di introdurre delle agevolazioni che permetteranno ad esempio ad una famiglia con 4 figli che usufruiscono di abbonamenti annuali studenti di risparmiare 188 euro all'anno”.

NUOVA FREQUENZA CORSE. È stata inoltre rimodulata la frequenza delle corse di alcune linee sulla base dell'effettivo utilizzo, diminuendo la frequenza nelle ore di morbida e potenziandola in quelle di punta.

FREQUENZE CORSE: TUTTE LE VARIAZIONI

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bus e tram: abbonamenti +10% e nessun rincaro per i biglietti
PadovaOggi è in caricamento