rotate-mobile
Cronaca

BusItalia, ADL Cobas convoca sciopero e presidio

E' previsto per venerdì 25 febbraio lo sciopero proclamato da Adl Cobas: «Serve un contratto vero e dignitoso»

Come era prevedibile, vista anche la difficoltà di confontarsi con i vertici di BusItalia, quindi di Gruppo FS Italiane, Adl Cobas ha dichiarato lo stato di agitazione per la giornata di venerdì 25 febbraio. 

Sciopero

Le questioni sul tavolo sono diverse e si trascinano da tempo. La bassa retribuzione, i turni per niente agevoli e l'obbligo di disponibilità che non sarebbe poi altro che la reperibilità, stanno mettendo a dura prova la pazienza dei lavoratori. Venerdì 25 è quindi previsto lo sciopero generale di 24 ore, con rispetto delle fasce e presidio in prefettura dalle 10 alle 12. 

Richieste

«Ci ritroveremo davanti a palazzo Santo Stefano venerdì 25 febbraio alle 10 per chiedere al prefetto di convocare un tavolo di garanzia a cui far sedere la Provincia, il Comune, l'azienda e i rappresentanti dei lavoratori per discutere della situazione. I turni - spiega Pieretti - sono diventati insostenibili, con un continuo stravolgimento dell'orario settimanale, giornaliero e notturno. Il premio di risultato non viene erogato anche se è un diritto, perché i dipendenti hanno lavorato anche durante la pandemia a rischio della loro salute. Altra questione è la retribuzione: se il Contratto nazionale non si può toccare può invece essere ritoccata al rialzo l'indennità che fa parte della contrattazione con l'azienda».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

BusItalia, ADL Cobas convoca sciopero e presidio

PadovaOggi è in caricamento