menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cadavere nascosto sotto una catasta di legna, è Antonio Floris

È stato scoperto lunedì pomeriggio in via Righi a Padova. Si tratta del corpo del detenuto uscito venerdì dal carcere Due Palazzi con un regolare permesso di lavoro e che si pensava potesse essere evaso

Il corpo senza vita di un uomo, raggiunto da diversi colpi al capo, nascosto da una catasta di legna, è stato trovato nel quartiere Chiesanuova, a Padova, all'interno della sede della cooperativa "Oasi", gestita dai Padri Mercedari. Dopo gli accertamenti svolti dalla polizia scientifica, si è risaliti all'identtà. Si tratta di Antonio Floris, il detenuto 61enne che si era allontano dal carcere Due Palazzi nella giornata di venerdì, con un regolare permesso di lavoro.

EVASIONE. Inizialmente si era pensato all'evasione ma il ritrovamento del cadavere ha portato gli inquirenti a seguire la pista dell'omicidio. Floris si trovava in carcere a Padova per scontare la pena per due tentati omicidi di cui si era macchiato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Politica

Il neo Presidente Masin: «Natura e turismo, così immagino il Parco Colli. Essere cacciatore non è in antitesi con questo ruolo»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento