rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Cronaca Ponte di Brenta

Identificato il cadavere dell'uomo riaffiorato dal Brenta: è un 38enne di origini cinesi

Si tratta di Zhikao Lu: riconosciuto grazie al lavoro certosino del dottor Puglisi, si sarebbe suicidato

Il cadavere riaffiorato dal Brenta sabato 21 aprile ora ha un nome: l'uomo misterioso è Zhikao Lu, 38enne di origini cinesi.

Il riconoscimento

L'uomo è stato riconosciuto grazie al lavoro certosino del dottor Massimo Puglisi, medico capo della Questura di Padova, il quale è riuscito a risalire alla sua identità asportando i polpastrelli dalle dita del cinese e confrontandone le impronte digitali con quelle contenute nel database riservato agli stranieri. Stando alle analisi effettuate sul corpo, il 38enne sarebbe morto per cause naturali: viene così confermato il decesso per annegamento. E l'ipotesi del suicidio viene corroborata dal fatto che il 5 aprile scorso l'uomo è stato identificato prima dalla polizia e quindi dai carabinieri: i militari dell'Arma, in particolare, durante un controllo lo avevano trovato a ridosso dei binari ferroviari.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Identificato il cadavere dell'uomo riaffiorato dal Brenta: è un 38enne di origini cinesi

PadovaOggi è in caricamento