Cadoneghe, iniziati i lavori per il nuovo bacino di laminazione

Servirà a limitare i fenomeni di allagamento che si verificano nella zona di via Rigotti-Silvestri

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Sono iniziati in questi giorni a Cadoneghe i lavori di realizzazione del bacino di laminazione all'interno del raccordo N. Sauro (area verde sotto il viadotto della Sr 308). Il bacino è a servizio dello scolo consortile "Cadoneghe" e servirà a limitare i fenomeni di allagamento che si verificano nella zona di via Rigotti-Silvestri.

Il sindaco Gastaldon spiega la ragion d’essere dell’intervento: «Lo scolo Cadoneghe nel recente passato è esondato in diverse occasioni, causando danni ingenti e disagi. In particolare, gli eventi meteorici significativi verificatisi negli anni 1995, 2005 e 2006 hanno evidenziato che lo scolo è notevolmente sottodimensionato. Inoltre la crescita urbanistica della frazione Meianiga, del centro abitato di Cadoneghe e della frazione Peraga di Vigonza rende necessarie nuove e più funzionali opere idrauliche con l’obiettivo di limitare il rischio idraulico. Ecco perché risulta conveniente realizzare una serie di aree di laminazione dove poter invasare parte del volume d’acqua di piena, in maniera tale da poter limitare le portate defluenti verso valle».

«Il nuovo bacino di laminazione – specifica l’assessore ai Lavori pubblici, Silvio Cecchinato – presenta una superficie di circa 7500 mq. e avrà una potenzialità di invaso di 10.000 mc. L’entrata in esercizio di tale dispositivo di mitigazione permetterà l’attenuazione delle portate di piena del centro abitato di Cadoneghe, e limiterà moltissimo i fenomeni di allagamento nelle aree di via Conche e via Silvestri».

Torna su
PadovaOggi è in caricamento